Violato il Dpcm

Festa di compleanno con 17 persone, intervengono i Carabinieri

I militari sono intervenuti ieri sera, 30 gennaio 2021, in un'abitazione a Cologno Monzese. Il party, inoltre, si è tenuto dopo il coprifuoco.

Festa di compleanno con 17 persone, intervengono i Carabinieri
Cronaca Martesana, 31 Gennaio 2021 ore 13:30

Festa di compleanno in barba al Dpcm. Nei guai sono finite 17 persone di età compresa tra i 23 e i 64 anni.

Festa di compleanno a Cologno nonostante i divieti

Nel corso del fine settimana, numerosi sono stati i controlli da parte dei Carabinieri a Milano e in provincia per garantire il rispetto delle normative da parte di privati cittadini e soprattutto gestori di esercizi pubblici quali bar e ristoranti. Non sono poi mancati gli interventi per gli assembramenti e le feste private, anche a tarda notte ben oltre l’orario del coprifuoco. Alle 23.30 di ieri, sabato 30 gennaio 2021, in via Papa Giovanni XXIII a Cologno Monzese, i militari della locale tenenza e il personale del Terzo Reggimento Lombardia, a seguito di una segnalazione pervenuta al 112, sono intervenuti presso un'abitazione privata. Lì hanno sorpreso 17 persone di età compresa tra i 23 e i 64 anni intente a festeggiare il compleanno della proprietaria di casa. Sono state tutte sanzionate per la violazione della normativa sull'emergenza sanitaria. A mezzanotte, quindi, anziché brindare, hanno ricevuto una bella multa.

Altri interventi

I Carabinieri sono intervenuti anche in altri Comuni. Nel pomeriggio del 29 gennaio 2021, intorno alle ore 18.45 ad Arese, i militari della Compagnia di Rho hanno identificato 24 giovani di cui 4 maggiorenni e 20 minorenni. Privati cittadini hanno segnalato che presso il centro commerciale "Il centro" c'era un gruppo di giovani assembrati privi di mascherina e che arrecavano disturbo agli avventori del centro commerciale. I giovani saranno tutti sanzionati. La sera seguente, il 30 gennaio 2021, a Trezzano sul Naviglio, il personale della locale stazione dei Carabinieri è intervenuto presso un bar in via Turati dove alcuni cittadini avevano segnalato la violazioni delle disposizioni sanitarie volte al contenimento del contagio da Covid-19. I militari hanno appurato che i titolari somministravano bevande a tre clienti nel retro dell’esercizio commerciale. I presenti sono stati tutti identificati e saranno successivamente multati per la violazioni commesse.

Sempre nella serata di ieri, intorno alle 19 a Lainate, i Carabinieri della locale stazione nel transitare lungo piazza Dante hanno notato la presenza di alcuni avventori intenti a consumare un aperitivo seduti in un locale ubicato nella stessa piazza. I presenti (15 in totale) sono stati tutti identificati e anche loro riceveranno una multa. Infine, questa notte a Cesano Boscone i militari sono intervenuti presso un'abitazione privata in via Don Giovanni Minzoni dove i condomini avevano segnalato una festa. C'erano infatti sette persone, non conviventi, compreso il proprietario di casa. Tutti i partecipanti sono stati identificati e saranno successivamente sanzionati.

Non è un caso unico

Sono numerose le sanzioni applicate dai Carabinieri per il mancato rispetto delle norme anti-contagio anche in Martesana. Proprio poche settimane fa a Melzo i militari avevano interrotto una festa di compleanno in un locale di Melzo, multando una ventina di persone. La titolare aveva partecipato all'iniziativa #IoApro1501, tenendo aperto il locale per protesta contro le restrizioni dei vari Dpcm.

In settimana, invece, a Liscate un cittadino rumeno aveva chiesto a un locale di organizzare la festa per il compleanno del nipote, ma al rifiuto del proprietario dell'attività ha dato in escandescenze e devastato il ristorante.

Numerosi, poi, i casi di locali (e clienti) multati per aperitivi "fuori norma", da Pessano a Vignate, passando per Cernusco.