Sport
Calcio

La Giana ferma il Padova: un punto che fa morale

Pareggio per la squadra di Gorgonzola contro una delle favorite del girone.

La Giana ferma il Padova: un punto che fa morale
Sport Martesana, 05 Dicembre 2021 ore 17:28

Giana-Padova sembrava dover essere una partita senza storia. Da un lato la squadra di Gorgonzola, ultima in classifica e reduce dalla brutta sconfitta di Seregno, arrivata senza mai aver tirato in porta. Dall'altro un Padova in forma, reduce da tre vittorie consecutive e dato fin dall'estate tra le favorite per il salto di categoria. Il campo ha restituito un pareggio utile soprattutto alla Giana, non tanto per la classifica, ma per il morale.

Giana-Padova: Acella scappa, Della Latta lo riprende

Contini schiera ancora una volta il suo 4-3-3 con  Zanellati tra i pali, in difesa Pirola, Bonalumi, Magli e Caferri, a centrocampo Cazzola, Acella e Pinto, mentre l’attacco è affidato ad Alessandro Corti, affiancato da Tremolada e Messaggi. Modulo speculare per gli ospiti.

La Giana inizia la sfida con il piglio giusto, non riuscendo però a sfruttare due buone occasioni sugli sviluppi di corner. Al 17' Acella si mette in proprio, resiste agli attacchi degli avversari e si guadagna lo spazio per tirare: forte, ma a lato di poco. E' però il preludio al gol, che arriva allo scoccare della mezz'ora. Tremolada, una delle poche note liete di questo difficile inizio di stagione, viaggia sulla sinistra e arrivato in area l'appoggia per l'accorrente Acella, che trova in una sola volta la sua prima rete con la Giana e tra i professionisti.

Il Padova fa fatica e Zanellati è ben protetto. E' una buona Giana, anche nel primo quarto d'ora della ripresa. Gli ospiti però, pur di gran lunga sotto i loro standard, sono squadra pericolosa, che può colpire da un momento all'altro. E' il 19' della ripresa quando sugli sviluppi di corner Della Latta salta più in alto di tutti e trova il pareggio. Un gol che oltre al punteggio cambia anche l'inerzia della sfida. La Giana adesso soffre, ma regge l'urto. L'ultimo brivido è a tempo quasi scaduto. Ancora su calcio d'angolo Ajeti riesce a colpire, ma trova sulla sua strada uno straordinario Zanellati, che la toglie da sotto la traversa e regala ai biancoazzurri un punto meritato.

Domenica la Giana andrà al Rocco di Trieste. Una trasferta dura, contro una Triestina che è stata capace di espugnare Vercelli ed è ora quinta.

Giana-Padova: il tabellino

GIANA ERMINIO-PADOVA 1-1

Giana Erminio (4-3-3): Zanellati, Pirola, Bonalumi, Magli, Caferri, Cazzola, Acella (Ferrari 14’ st), Pinto (Palazzolo 34’ st), Tremolada (D’Ausilio 34’ st), A. Corti. (Perna 21’ st), Messaggi (Carminati 21’ st). A disp: Avogadri, Casagrande, Piazza, Gulinelli. Allenatore: Matteo Contini.

Padova (4-3-3): Donnarumma, Germano, Ajeti, Monaco, Gasbarro, Busellato (Vasic 26’ pt), Ronaldo (Terrani 11’ st), Della Latta, Chiricò (Bifulco 38’ st), Ceravolo (Nicastro 38’ st), Jelenic (Cissé 1’ st). A disp: Vannucchi, Fortin, Santini, Biasci, Andelkovic, Settembrini, Cabianca. Allenatore: Massimo Pavanel.

Direttore di gara: Francesco Luciani di Roma 1. Assistenti: Roberto Terenzio di Cosenza e Mauro Dell’Olio di Molfetta. Quarto ufficiale: Matteo Canci di Carrara

Marcatori: Acella 30’ pt, Della Latta 19’ st

Recupero: 1’ pt, 3’ st

Angoli: 5-3

Ammoniti: Della Latta 22’ pt, Busellato 23’ pt, Cissè 1’ st, Pavanel (all. Padova) 6’ st, Zanellati 18’ st, Pinto 20’ st, Pirola 24’ st, Monaco 24’ st

Seguici sui nostri canali