Menu
Cerca
Trovata la quadra

Crisi di maggioranza a Cologno. Interviene Matteo Salvini e salva il sindaco. Ma la Lega paga un prezzo caro...

Accordo fatto con Fratelli d'Italia e tre consiglieri dissidenti della lista Noi con Rocchi. Ma la Lega paga un conto salato.

Crisi di maggioranza a Cologno. Interviene Matteo Salvini e salva il sindaco. Ma la Lega paga un prezzo caro...
Politica Martesana, 15 Febbraio 2021 ore 07:45

Interviene Matteo Salvini nella crisi politica di Cologno Monzese: "Non fate cadere il sindaco". Accordo fatto con Fratelli d'Italia e tre consiglieri dissidenti della lista Noi con Rocchi. Ma la Lega paga un conto salato.

Trovato l'accordo politico (ma a caro prezzo per la Lega) a Cologno

Una chiamata partita direttamente dal leader leghista ha di fatto sciolto un doppio nodo che rischiava seriamente di compromettere la seconda legislatura del sindaco Angelo Rocchi iniziata con le vittoriose elezioni di settembre. Da una parte la frattura con Fratelli d'Italia, dall'altra la fronda interna alla sua lista civica personale. Il secondo fronte di crisi che si era aperto a seguito delle dimissioni dell'assessore all'Ambiente Angelo Scalese. Un passo indietro polemico figlio anche del progetto del forno crematorio poi finito nel cassetto. Venerdì 12 febbraio 2021 è stato siglato l'accordo, al termine di una settimana davvero al cardiopalma. E pur di arrivare a ricompattare la coalizione, la Lega ha dovuto ingoiare diversi bocconi amari. Gli stessi inseriti in un documento che tre consiglieri di Noi con Rocchi e altrettanti esponenti di FdI hanno messo nero su bianco in un documento "ultimatum" protocollato nei giorni scorsi.

Tolto l'incarico di vicesindaco all'assessore Dania Perego

L'assessore leghista Dania Perego (il candidato consigliere più votato in assoluto a Cologno) si è dimostrata pronta a rinunciare alla carica di vicesindaco. In Giunta dovrebbe entrare un esponente (uomo) di Fratelli d'Italia, partito fuori dall'Esecutivo dopo la scelta dell'attuale capogruppo Gianfranca Tesauro di rinunciare per protesta a settembre (subito dopo le elezioni) alla carica. Quest'ultima è vicina all'elezione a presidente del Consiglio comunale, mentre per Scalese si prospetta un rientro in Giunta. Per le quote rosa, la Lega dovrà inoltre dire addio a uno dei suoi assessori uomini, o Simone Rosa o Fabio Della Vella.

Il servizio completo sulla Gazzetta della Martesana in edicola e in versione sfogliabile web per pc, smartphone e tablet da sabato 13 febbraio 2021.