I dati

A Vimodrone contagi Covid in aumento, ma esclusa (per ora) la zona rossa

Sono 108 i cittadini attualmente positivi, ai quali si aggiungono i casi clinici. Il sindaco invita alla responsabilità e spiega: "Stiamo eseguendo lo screening sugli studenti".

A Vimodrone contagi Covid in aumento, ma esclusa (per ora) la zona rossa
Cronaca Martesana, 23 Febbraio 2021 ore 15:48

A Vimodrone contagi Covid in aumento, ma esclusa (per ora) la zona rossa. Sono 108 i cittadini attualmente positivi, ai quali si aggiungono i casi clinici. Il sindaco Dario Veneroni invita alla responsabilità e spiega: “Stiamo eseguendo lo screening sugli studenti”.

Contagi in aumento a Vimodrone: “Situazione sotto controllo”

Le voci su una possibile zona rossa localizzata a Vimodrone si erano rincorse nei giorni scorsi, tanto che Vimodrone appariva in una piantina riconducibile ad Ats assieme ad altri Comuni già interessati da provvedimenti restrittivi locali, come Bollate. Oggi, martedì 23 febbraio 2021, l’Amministrazione comunale ha voluto illustrare l’attuale situazione epidemiologica in città, dalla quale emerge un aumento sensibile dei casi Covid. I dati rilevano 108 persone attualmente positive al Coronavirus, 235 casi clinici e 95 contatti stretti. Dall’inizio della pandemia i decessi sono stati 55, mentre i guariti sono in totale 904. “A seguito della diffusione del monitoraggio dei contagi da parte di Ats, è stata immediatamente contattata la direzione di Ats Milano, che sta seguendo l’evoluzione della curva epidemiologica e ha escluso, per il momento, un lockdown localizzato”, hanno spiegato dal Municipio.

Le parole del sindaco: “Non dobbiamo abbassare la guardia”

“La situazione è sotto controllo e osservazione quotidiana – ha dichiarato il sindaco Dario Veneroni – Segue un trend nazionale per cui è necessario mantenere la massima attenzione, come ci confermano anche i medici di famiglia, complice la variante inglese, ancora più rapida nella diffusione del virus. A partire da novembre abbiamo introdotto i tamponi rapidi gratuiti nelle nostre scuole. Questa azione, se da un lato contribuisce preventivamente a individuare e isolare i casi positivi o che ancora non si sono negativizzati, dall’altro fa aumentare inevitabilmente il numero dei casi totali, proprio in ragione della sua funzione di prevenzione e monitoraggio, oltre al fatto che interviene sulla fascia giovanile, dove spesso si riscontrano casi asintomatici. La misura voluta da questa Amministrazione ha l’obiettivo di proteggere gli studenti, ma soprattutto le famiglie, dove sappiamo che il virus si diffonde maggiormente e più rapidamente. Proprio alle famiglie vimodronesi vorrei rivolgere il mio accorato appello a non abbassare la guardia in questo momento. La battaglia contro il virus non è ancora finita e possiamo vincerla solo con i nostri comportamenti e con l’arrivo ormai prossimo del vaccino”.

Intensificati i controlli di Polizia Locale e Carabinieri

L’Amministrazione, insieme alle Forze dell’Ordine, sta predisponendo ulteriori misure per intensificare i controlli sul territorio. “In caso di mancato rispetto delle disposizioni la Polizia Locale e, in generale, le Forze dell’ordine, non esiteranno a intervenire, anche se siamo consapevoli che è impensabile presidiare ogni angolo della città in ogni momento – ha concluso il primo cittadino – Proprio per questo è necessario che ognuno faccia la sua parte con grande senso di responsabilità e senza perdere di vista l’obiettivo comune”.

I timori di Italia Viva Vimodrone

“Temiamo un grave peggioramento della situazione pandemica nel nostro Comune alla luce dei recenti dati pubblicati da Ats e chiediamo pertanto un intervento concreto a tutela dei cittadini, posto che è evidente che non vi è alcun rispetto da parte di molti delle prescrizione dei Dpcm e delle relative ordinanze – hanno commentato da Italia Viva Vimodrone in una nota diffusa nel weekend, partito che fa parte della maggioranza di centrosinistra che sostiene il sindaco Veneroni – Auspichiamo che vi sia un concreto controllo da parte degli organi preposti alla salvaguardia della salute della cittadinanza, al fine di evitare di essere sottoposti al regime della zona rossa con conseguenti notevoli danni anche sotto l’aspetto economico”.

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli