Menu
Cerca
Servizi

Pozzuolo, Banca Intesa ha chiuso definitivamente

La banca aveva aperto in paese nel novembre 1949. Tutti i servizi sono già stati spostati a Melzo.

Pozzuolo, Banca Intesa ha chiuso definitivamente
Attualità Melzese, 07 Giugno 2021 ore 08:03

Banca Intesa, la filiale di Pozzuolo ha chiuso definitivamente. Le speranze che rimanesse un presidio, anche solo un bancomat, sono svanite. I correntisti dovranno rivolgersi agli sportelli di Melzo.

Banca Intesa chiude la filiale di Pozzuolo

Nei giorni scorsi gli operai si sono messi al lavoro per smontare la insegne e a stretto giro di posta la filiale Banca Intesa di Pozzuolo, in via IV Novembre, non esisterà più. La notizia della sua chiusura era già stata confermata più di un mese fa dalla nostra testata e a nulla sono serviti i successivi tentativi di mediazione portati avanti dal sindaco Silvio Lusetti. Il paese perderà una della sue banche e i correntisti dovranno fare riferimento agli sportelli di via Bianchi a Melzo. Si tratta di una delle chiusure portate avanti dal gruppo nell'ambito della razionalizzazione successiva alla fusione con Ubi. La stessa sorte è toccata alla filiale storica di via Veneto a Cassano d'Adda (le due banche sono state accorpate in un unico spazio in via Milano) e a quella di Inzago. Cariplo, ente predecessore di Intesa, aveva aperto la sua prima filiale a Pozzuolo nel novembre 1949. Sotto i portici di via IV Novembre per il momento non rimarrà nulla.

Le indicazioni della banca

La continuità del servizio sarà garantita, oltre che nella nuova filiale di riferimento, anche attraverso la banca online (accessibile via internet banking e tramite app mobile), gli Atm del Gruppo e tramite la Filiale online, raggiungibile al numero verde 800.303.303 senza costi aggiuntivi dal lunedì al giovedì dalle 7 alle 24, il venerdì dalle 7 alle 22, il sabato e la domenica dalle 9 alle 19 - ha spiegato la banca in una nota - A Pozzuolo Martesana, inoltre, sono presenti 5 esercizi della rete Mooney: qui i clienti Intesa Sanpaolo possono accedere a un’ampia gamma di pagamenti - come bollette, carte prepagate, ricariche telefoniche – e servizi come bonifici e MAV. Tra i servizi offerti anche il prelievo di denaro contante fino a un massimo di 250 euro giornalieri (servizio gratuito): oltre alla propria carta di debito del circuito Maestro, Mastercard, Visa o Visa Electron, basta esibire la tessera sanitaria nazionale che consente la lettura elettronica del codice fiscale.