Attualità
Lutto

L'Addio di Cernusco sul Naviglio a Paolo Scirea fratello del grande Gaetano

Celebrate questa mattina martedì 25 gennaio 2021 a Cinisello Balsamo le esequie di un figlio della città, cui era sempre rimasto molto legato.

L'Addio di Cernusco sul Naviglio a Paolo Scirea fratello del grande Gaetano
Attualità Martesana, 25 Gennaio 2022 ore 13:03

Si è spento Paolo Scirea, fratello del grande Gaetano, campione del mondo con l'Italia nel Mondiale spagnolo del 1982. Viveva da sempre ormai a Cinisello Balsamo, ma con il fratello era cresciuto in città, cui era sempre rimasto legato.

Un figlio di Cernusco

Era venuto a Cernusco a settembre per l'inaugurazione dello stadio dedicato al fratello in via Buonarroti  dopo i lavori di ristrutturazione. Era visibilmente emozionato e aveva rilasciato nell'occasione una toccante intervista alla Gazzetta della Martesana. A tradirlo, a 71 anni, è stato un infarto.

La famiglia si trasferì a Cinisello, quando lui aveva 8 anni e Gaetano 5, per seguire il lavoro del padre che era impiegato alla Pirelli. A Cernusco conservavano molti parenti, che spesso venivano a trovare. E da lì iniziò la loro avventura calcistica.

"Giocavamo a calcio in oratorio, nella Serenissima - raccontava - Allora non c’erano i procuratori e capitò che arrivò un allenatore che aveva delle conoscenze nell’Atalanta. Quando vide giocare Gaetano (allora aveva quattordici anni) gli propose di andare a fare un provino a Bergamo. Lo fece e fu preso. Così quasi tutti i giorni doveva andare là per gli allenamenti. Ricordo che prendeva l’Autostradale. Era un bel sacrificio, ma lui ha avuto molta volontà e passione che sono le virtù che lo hanno sempre portato avanti. Poi fu notato dalla Juventus e si trasferì a Torino, dove rimase sempre. Raggiunse l’apice con la Nazionale nell’82. La vita in un momento dà, in un altro toglie".

Tutto iniziò dalla Serenissima

Un riferimento al tragico incidente stradale di cui il fratello rimase vittima il 3 settembre 1989. Paolo Scirea divenne presidente della Serenissima, la società dove tutto era iniziato. In ricordo del campione del mondo, la Scuola calcio è intitolata a lui. Il gruppo sportivo ha organizzato dal 1990, e sospeso dal 2020 per l’emergenza sanitaria, un memorial Under 14.

"Quando nel 2019 iniziammo a immaginare la ristrutturazione dello stadio dedicato a Gaetano Scirea, mi era sembrato naturale mostrare in anteprima a suo fratello Paolo i progetti e i disegni di come avremmo rilanciato la memoria di un grande uomo e un grande campione attraverso un impianto sportivo bello e inclusivo: non aveva poi voluto mancare lo scorso settembre all’inaugurazione, lasciando il suo ‘grazie di tutto’ sul muro delle dediche, per tutta la nostra città, la sua città di origine - ha commentato il sindaco Ermanno Zacchetti - La notizia della scomparsa di Paolo Scirea ci fa essere vicini alla sua famiglia e a tutta la comunità di Cinisello Balsamo, dove risiedeva da tempo, dove aveva tenuto vivo il ricordo del fratello Gaetano attraverso un impegno per i ragazzi nello sport e da dove oggi arrivano moltissime testimonianze della sua gentilezza e dei suoi grandi valori morali"

Questa mattina, martedì 25 gennaio 2022, si sono tenuti i funerali a Cinisello.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter