Attualità
Ospite illustre

Il ministro del Lavoro Andrea Orlando a pranzo da PizzAut

L'esponente del Governo si è fermato nel ristorante di Cassina de' Pecchi con Nico Acampora e numerosi sindaci e amministratori del territorio.

Il ministro del Lavoro Andrea Orlando a pranzo da PizzAut
Attualità Martesana, 12 Ottobre 2021 ore 15:25

Lo aveva promesso e così ha fatto. Il ministro del Lavoro Andrea Orlando oggi martedì 12 ottobre 2021 era a pranzo da PizzAut, il ristorante di Cassina de Pecchi gestito da ragazzi autistici.

7 foto Sfoglia la gallery

A pranzo con i sindaci del territorio

L'occasione era data da uno scambio di visite. Nico Acampora, fondatore di PizzAut, si è recentemente recato a Roma proprio da Orlando per parlare del disegno di legge, di cui è firmatario il senatore cernuschese Eugenio Comincini, sulle startup speciali. Si tratta di una nuova normativa che dovrebbe favorire tutte quelle realtà come PizzAut che fanno impresa nelle quali il personale con handicap ha un ruolo da protagonista. E così Orlando oggi ha voluto toccare con mano ciò di cui si era parlato.

Il ministro ha voluto visitare i locali e conoscere i ragazzi. Come da rito gli è stato donato il grembiule rosso di PizzAut e si è sottoposto agli indovinelli di Lorenzo, il cameriere che riesce a indovinare il giorno della settimana di una qualsiasi data nel passato o nel futuro. A prendere la comanda è arrivato anche Leonardo che gli ha raccontato di come all'inizio dell'esperienza facesse un po' fatica per via del suo timore a parlare con gli estranei. E invece oggi era lì a colloquiare con un ministro davanti a una tavolata di sindaci e amministratori locali.

A pranzo con Orlando sono infatti arrivati Egidio Vimercati, vicesindaco di Cassina, a fare gli "onori di casa", Curzio Rusnati, sindaco di Bussero, Luca Maggioni di Carugate e Alberto Villa di Pessano (questi ultimi freschi di riconferma alle urne), Ermanno Zacchetti di Cernusco con il suo vice Daniele Restelli, il consigliere di minoranza in Consiglio, sempre di Cernusco, Claudio Gargantini, i sindaci Paolo Micheli, di Segrate, e Dario Veneroni, di Vimodrone, il neo assessore a Welfare e Sanità del Comune di Milano  Lamberto Bertolè e il senatore Comincini.