Sanità

Caos medici a Rodano: arriva il sostituto (ma non è ancora finita)

A breve gli unici due dottori con incarico definitivo in paese andranno in pensione.

Caos medici a Rodano: arriva il sostituto (ma non è ancora finita)
Attualità Melzese, 13 Luglio 2021 ore 14:28

Rodano ha un problema con i medici di base, anche se dopo una settimana l'emergenza è parzialmente rientrata. Si tratta dell'ennesimo Comune dell'Adda Martesana a dover fare i conti con l'assenza parziale o totale di un riferimento sanitario diretto sul territorio. Negli ultimi mesi è accaduto un po' dappertutto: a Melzoa Gorgonzola, a Cassina, a Trezzano Rosa e poche settimane fa anche nella vicina Caleppio di Settala, dove Ats ha rimediato prima con la guardia medica e poi con un medico in pensione in servizio fino al termine dell'estate.

La settimana di fuoco dei medici a Rodano

Dal pensionamento di Marzio Brigatti, Rodano aveva vissuto sempre in equilibrio sull'orlo di una crisi dei medici di base. Il peggio era stato scongiurato grazie all'arrivo di Stefano Mariani e poi di Giulia Montelatici, che però l'1 luglio ha terminato il suo incarico sul territorio. A quel punto Ats non ha però nominato un sostituto e centinaia di pazienti sono rimasti in balia degli eventi. Ats per giorni non ha infatti risposto alle richieste del sindaco Roberta Maietti e così decine di persone hanno scritto direttamente all'Agenzia per chiedere chiarimenti.

La soluzione temporanea

Dopo una settimana difficilissima, venerdì 9 luglio 2021 è arrivato uno spiraglio di luce: Ats ha finalmente risposto assicurando al primo cittadino l'arrivo dei prossimi giorni di un medico. Non si tratterà di un sostituto vero e proprio, ma di una sorta di guardia medica che garantisca la continuità assistenziale ai pazienti rimasti "orfani" nell'attesa che poi venga nominato un sostituto, che molto probabilmente sarà comunque provvisorio.

Il futuro

Nonostante questo parziale sospiro di sollievo, il futuro resta ancora un punto di domanda. Oltre all'attesa finora vana di una nomina definitiva post Brigatti, i due medici attualmente in servizio a Rodano, Patrizia Calvi Christos Mazomenos, come confermato dallo stesso sindaco, dovrebbero andare in pensione entro la fine dell'anno. A quel punto la speranza è che Ats riesca a farsi trovare pronta, al contrario di quanto accaduto negli ultimi giorni. I rodanesi non possono far altro che incrociare le dita.

 

Il servizio completo sulla Gazzetta della Martesana in edicola e in versione sfogliabile web per Pc, smartphone e tablet da sabato 10 luglio 2021.