Attualità
Reazioni della politica

Arresti per 'Ndrangheta a Pioltello: le reazioni del centrodestra

Da Forza Italia al Polo, passando per Fratelli d'Italia, ultimo partito in ordine di tempo a essersi espresso sul "terremoto".

Arresti per 'Ndrangheta a Pioltello: le reazioni del centrodestra
Attualità Martesana, 13 Dicembre 2022 ore 09:55

Dopo il terremoto che ieri ha scosso Pioltello a seguito dell'arresto di dieci persone per associazione a delinquere, tentato omicidio ed estorsione, oggi martedì 13 dicembre 2022 arrivano anche le prime reazioni della politica di centrodestra. Chiamata in causa dopo che il nome del candidato sindaco alle scorse elezioni Claudio Fina e quello dell'ex presidente del Consiglio comunale e leader della lista Cambiamo! Marcello Menni sono stati accostati alla figura apicale di Cosimo Maiolo, 'ndrnghetista già condannato a 11 anni di carcere a seguito del processo Infinito del 2010.

Il terremoto sul  centrodestra

Il procuratore Paolo Storari, infatti, ha ipotizzato ai danni dei coinvolti, in particolare di Maiolo e del suo uomo di fiducia Luca Del Monaco, il tentativo di indirizzare le elezioni amministrative del 2021. In particolare i due si erano messi in contatto inizialmente con Menni, proponendo un sostegno alla sua candidatura in quanto, in caso di vittoria del centrodestra, il politico si era detto in accordo per essere nominato assessore all'Urbanistica. Successivamente Maiolo e Del Monaco avevano incontrato Fina, con Del Monaco che aveva presentato il boss al candidato indicandolo come "quel calabrese di cui parlano tutti i giornali".

Un incontro avvenuto di persona, all'interno di un ristorante segratese, in cui si sono discusse le modalità di sostegno di Maiolo nei confronti della campagna elettorale. Da quell'incontro nacque anche l'idea di organizzare un banchetto in zona Stazione, nei pressi della pescheria gestita dal figlio di Maiolo, Omar.

Il garantismo degli alleati

Menni e Fina non sono stati toccati da misure cautelari, anche se , come si legge nelle carte, non potevano non sapere chi fosse la persona con cui stavano parlando di elezioni e di voti.

Sul tema di è espresso il referente per gli enti locali di Forza Italia e sindaco di Pessano con Bornago Alberto Villa:

  Il garantismo è uno dei tratti che contraddistingue la  nostra forza politica. Conosco da tempo Claudio Fina e ho piena fiducia nella Magistratura che faccia il proprio corso.

Da Pioltello, invece, gli unici per il momento a esporsi sono stati gli alleati del Polo per Pioltello che lo hanno fatto attraverso un post sulla loro pagina Facebook apparso questa mattina

Il commento della sindaca

La prima a esporsi sulla vicenda era stata la sindaca di Pioltello Ivonne Cosciotti  che già ieri, lunedì 12 dicembre 2022, attraverso i canali comunali aveva diramato un comunicato stampa per esprimere la posizione della città e sottolineare il rammarico per i fatti che hanno interessato la comunità e in  particolare la sfera politica.

Fratelli d'Italia: "Piena fiducia nella magistratura"

A intervenire è stata oggi, martedì 13 dicembre 2022, a ventiquattr'ore dagli arresti, anche Fratelli d'Italia.

"Venuti a conoscenza dai mezzi di informazione dell’esecuzione, da parte della Polizia di Stato di Milano, coordinata dalla Procura della Repubblica – Dda di Milano, di ordinanze di custodia cautelare nell’ambito di una inchiesta su una locale ‘ndrangheta attiva a Pioltello, ribadiamo la nostra ferma e intransigente adesione ai principi di onestà, trasparenza e legalità a cui da sempre uniforma la propria azione politica - hanno sottolineato dal partito - Fratelli d’Italia dichiara la piena fiducia nell’operato della magistratura e delle Forze dell’ordine, che ringraziamo per la loro azione di vigilanza. Attendiamo gli esiti delle azioni e dei procedimenti avviati presso le competenti sedi, per l’accertamento dei fatti e la valutazione di eventuali responsabilità".

Seguici sui nostri canali