sicurezza

Un anno di Polizia Locale Centro Martesana: ecco quali sono state le infrazioni più comuni

Presentato il bilancio dell'attività del 2020 del Corpo che riunisce Cassina de' Pecchi, Bussero e Pessano con Bornago.

Un anno di Polizia Locale Centro Martesana: ecco quali sono state le infrazioni più comuni
Politica Martesana, 10 Febbraio 2021 ore 13:37

Poche multe ma "buone" quelle contestate dalla Polizia Locale Centro Martesana, che comprende Cassina de' Pecchi, Bussero e Pessano con Bornago. Buone nel senso che quasi tutte vanno a segno con l'incasso della sanzione. Il comandante Alessio Bosco martedì 8 febbraio 2021 nella sala auditorium della biblioteca di Cassina in una conferenza stampa  tutta dedicata alla sicurezza ha snocciolato i numeri del 2020.

4 foto Sfoglia la gallery

Divieto di sosta

Due sono gli indicatori dell'efficacia dell'azione degli agenti: il primo è che in media oltre il 70% delle persone che riceve la sanzione paga (nel dettaglio: 72,4% a Cassina, addirittura l'84,2% a Bussero e il 76,1% a Pessano). Un risultato eccellente, tenendo conto che in molti altri Comuni sono solo la metà o anche meno quelli che saldano il proprio debito. L'altro dato è il basso numero di ricorsi.

Le sanzioni sono state in totale 4.217, per un importo complessivo di 623.821 euro. Di queste 2.864 sono di Cassina (446mila euro), 1.081 a Bussero (per 130mila euro) e 282 a Pessano (per 46.329 euro). Nella classifica delle sanzioni "vince" il divieto di sosta: 1.011. Si aggiungono le soste vietate o irregolari (che comprendono per esempio le soste abusive sugli spazi per gli invalidi e quelle sui marciapiedi): 758.  Al secondo posto (821) ci sono varie violazioni alla segnaletica (un calderone in cui finiscono anche i passaggi con il semaforo rosso). E la totalità di tali infrazioni è stata rilevata a Cassina. Gli eccessi di velocità sono stati 515.

Arrivano poi le pessime abitudini. I casi accertati di mancato utilizzo delle cinture di sicurezza o dei seggiolini sono stati 113. Ben 108 sanzioni hanno riguardato la mancanza della copertura assicurativa. Quelli che sono stati sorpresi alla guida mentre utilizzavano il telefono sono stati invece 85 (quasi tutti a Cassina: 75).

Servizio integrato

"La creazione di un servizio convenzionato sovracomunale dà i suoi frutti - ha commentato il sindaco Curzio Rusnati - La differenza si sente in termini di qualità del servizio e di vicinanza ai cittadini". Giuliana Di Rito, vicesindaca di Pessano, ha sottolineato come la sua Amministrazione abbia fatto retromarcia rispetto a quella che l'aveva preceduta (che aveva sciolto unilaterlamente una convenzione già esistente con Bussero) perché la sicurezza è un tema considerato cruciale e solo mettendo insieme le forze si può ottenere un lavoro soddisfacente. "Da soli si fa più in fretta - ha sintetizzato l'assessore alla Sicurezza di Cassina Gianluigi De Sanctis - Insieme però si va più lontano. Tuttavia stiamo lavorando anche per ottenere risposte più immediate ai problemi". La sindaca cassinese Elisa Balconi ha infine ricordato il recente rinnovo per altri dieci anni della convenzione che unisce le Polizie locali dei tre Comuni . Da notare che dopo una prima fase in cui il personale rimaneva a disposizione solo sul proprio territorio di competenza, ora tutti gli agenti in servizio lavorano insieme proprio come avviene in un unico Corpo.