Politica
Politica

Il Consiglio comunale di Pioltello si ferma per ricordare il collega Matteo Monga

I rappresentanti del centrodestra hanno deciso di indossare una coccarda gialla e blu in aperto sostegno dell'Ucraina contro l'aggressione russa.

Il Consiglio comunale di Pioltello si ferma per ricordare il collega Matteo Monga
Politica Martesana, 16 Marzo 2022 ore 21:24

Oggi, mercoledì 16 marzo 2022, il Consiglio comunale di Pioltello è tornato a riunirsi. La prima seduta dalla scomparsa di Matteo Monga, compianto consigliere di Forza Italia e politico pioltellese di lunga data.

Il Consiglio comunale saluta Matteo Monga

Il compito di riassumere il pensiero del parlamentino e dell'intera comunità pioltellese è toccato alla presidente del Consiglio comunale Rosalia Novelli

Non avremmo mai voluto deliberare surroga di consigliere Matteo Monga, ma dobbiamo farlo perché purtroppo non è più tra noi. Al suo funerale folla ha reso onore e testimoniato quanto fosse conosciuto nella città per impegno di tanti anni e punto di riferimento per tantissimi cittadini. Matteo lascia un grande vuoto in tutti noi, in tanti Consigli comunali ci siamo confrontati nelle idee con lui, sempre attento e desideroso di apportare il suo punto di vista e le sue idee in modo molto schietto, ma molto garbato. Minuto di silenzio e applauso dell’intero Consiglio comunale in piedi.

Maggioranza e minoranza si sono alzati in piedi per un minuto di silenzio e poi un lungo applauso ha salutato  il consigliere Monga. Anche la sindaca Ivonne Cosciotti  ha voluto esprimere il proprio cordoglio leggendo il messaggio che già aveva proposto nel corso delle esequie del 43enne.

Una coccarda per l'Ucraina

Altro grande tema della serata la guerra in corso tra Ucraina e Russia. Una situazione che è stata condannata all'unanimità dal Parlamentino che ha deciso di presentare un ordine del giorno per esprimere la propria posizione in merito alla guerra.

La sindaca, invece, ha riportato il contenuto degli incontri in corso con il prefetto Renato Saccone, annunciando ai consiglieri e alla città come la strada che adesso si sta perseguendo sia quella di cercare strutture o appartamenti privati sfitti e vuoti per l'accoglienza. Non camere o spazi, ma vere e proprie abitazioni che possano essere messe a disposizione dei richiedenti asilo. Un gesto di generosità, visto che allo stato attuale non sono previste forme di compensazione economiche per coloro che mettono a disposizione le abitazioni, ma tutte è lasciato alla generosità delle persone. Per maggiori informazioni si può sempre contattare il numero e lo sportello messo a disposizione dall'ente.

Intanto, un piccolo gesto e segno è stato lanciato dai consiglieri del centrodestra che hanno deciso di presentarsi con indosso una coccarda dai colori giallo e blu, quelli dell'Ucraina, un gesto per esprimere la propria vicinanza al popolo vittima di una guerra cruenta e immotivata.

 

Seguici sui nostri canali