Politica
Decisione consensuale

Centro sportivo di Cernusco sul Naviglio, annullato il project financing

A causa delle incertezze sul futuro rispetto a rischi, modalità e tempi di realizzazione delle opere.

Centro sportivo di Cernusco sul Naviglio, annullato il project financing
Politica Martesana, 16 Febbraio 2022 ore 17:17

Amministrazione comunale di Cernusco sul Naviglio ed Enjoy Company hanno deciso consensualmente di non procedere alla firma del project financing del centro sportivo di via Buonarroti.

Cernusco, il progetto per il centro sportivo resta fermo al palo

Al termine del confronto sviluppato in queste ultime settimane, l’Amministrazione comunale di Cernusco sul Naviglio ed Enjoy Company hanno deciso in modo consensuale di non procedere alla stipula del contratto di concessione avente per oggetto, attraverso project financing, interventi di ristrutturazione e adeguamento del centro sportivo comunale di via Buonarroti e la sua gestione. Questa decisione, raggiunta in modo condiviso, non prevederà alcun risarcimento o indennizzo tra le due parti e i servizi attualmente garantiti presso il centro sportivo comunale ad associazioni e singoli sportivi proseguiranno come di consuetudine.

Cos'era successo

Il project financing era stato approvato dalla Giunta nel giugno 2017. La sua pubblica utilità aveva ricevuto l’ok dal Consiglio comunale nel febbraio 2019 e dopo la procedura aperta iniziata nel marzo 2019, era stato aggiudicato allo stesso proponente, Enjoy Company, nel novembre dello stesso anno. La stipula del contratto e l’inizio dei lavori avrebbero dovuto essere conseguenti, ma erano stati via via sospesi fino al 31 dicembre 2021 per il sopraggiungere e il perdurare dello stato di emergenza legato alla pandemia covid-19. Durante il confronto di queste settimane, Comune e aggiudicatario hanno proceduto ad una valutazione congiunta in merito alle sopravvenute mutate condizioni economiche, finanziarie, sociali determinate dalla pandemia da Covid-19 e alle incertezze che permangono per il futuro rispetto a rischi, modalità e tempi di realizzazione delle opere.

Le motivazioni

In particolare, è emersa da parte di Enjoy Company la disponibilità alla stipula del contratto, unitamente alla preoccupazione che queste mutate condizioni economiche sopravvenute all’aggiudicazione possano in futuro determinare uno squilibrio economico finanziario. Il Comune, da parte sua, ha espresso l’indisponibilità a farsi carico per il futuro di eventuali aggravi degli oneri per effetto di tali ulteriori mutamenti, unitamente alla sopravvenuta esigenza di realizzare alcuni interventi sull’impianto in tempi più brevi rispetto a quelli stabiliti nel contratto di concessione.

Non è peraltro passata in secondo piano nella valutazione la circostanza che un partenariato pubblico-privato tra Comune e Enjoy Company è già in corso per quanto riguarda le strutture ricomprese nel perimetro del centro natatorio ed è apparso di primaria importanza consolidare il suo mantenimento nel tempo, evitando la concentrazione di rischi non strettamente necessari, e che ne avrebbero potuto compromettere la continuità della gestione dei servizi già attivi.

"Considerando il lavoro, l’energia e il tempo messi in campo negli anni da entrambe le parti il rammarico è davvero grande, ma penso sia stata una scelta responsabile, che raccoglie l’evidenza di quanto la pandemia abbia inciso non solo sulle nostre vite, ma anche sui nostri progetti comunitari e che esprime la capacità di agire per adattare programmi e azioni di fronte agli imprevisti - ha dichiarato il sindaco Ermanno Zacchetti - Questa scelta condivisa lascia aperto per il futuro ogni scenario e consentirà di iniziare, dopo il passaggio elettorale della prossima primavera, una nuova fase progettuale. Ovviamente non viene meno l’impegno dell’Amministrazione per non interrompere ora lo sviluppo del nostro centro sportivo, partendo da quelle opere che erano contenute nel project financing attese da tempo dalle nostre associazioni sportive, primo fra tutti il campo da calcio a 11 in sintetico".

A tal riguardo, il Comune acquisirà da Enjoy Company i progetti definitivi esecutivi del campo di calcio in sintetico a 11 e di quello a 9 contenuti nel project financing; il primo sarà inserito subito nel piano delle opere pubbliche 2022, allegato al bilancio preventivo 2022 in approvazione il prossimo mese, per poter procedere alla sua realizzazione. Inoltre, al fine di mantenere un adeguato standard qualitativo degli immobili costituenti il centro sportivo comunale sulla base dell’analisi effettuata in sede di redazione dello stato di consistenza delle strutture e degli impianti e terminata lo scorso 12 gennaio, verranno effettuati interventi urgenti ai suddetti impianti, e in particolare al Palazzetto dello sport ed ai corpi spogliatoi, affidando l’esecuzione a Enjoy Company.

"Anche da parte nostra il rammarico è enorme per un progetto sul quale abbiamo lavorato insieme all’Amministrazione fin dal 2016 e la cui realizzazione avrebbe potuto e dovuto essere definita in tempi più brevi - ha dichiarato Matteo Gerli, fondatore e amministratore di Enjoy Company - È evidente che la pandemia ha poi stravolto tutto e questo non è responsabilità di nessuno: in questi giorni, insieme alla nostra voglia di andare avanti è apparsa evidente la necessità di procedere, subito dopo la firma della convenzione, ad un riequilibrio economico finanziario per poter realizzare quanto immaginato. Insieme all’Amministrazione siamo giunti così ad una conclusione condivisa che tutela tutti, primo fra tutti lo sport in città e i posti di lavoro creati da Enjoy. Guardiamo al futuro con fiducia e voglia di continuare a crescere anche nel breve periodo con progetti pronti a partire".

Per quanto riguarda la necessità di garantire nella gestione del centro sportivo, infine, Enjoy Company ha manifestato la propria disponibilità a svolgere il servizio dopo la conclusione dell’attuale, prevista per il prossimo 28 febbraio: l’affidamento da parte degli uffici, consentirà la continuità del pubblico servizio di utilizzo del centro da parte delle associazioni per questo anno.

"Dispiace davvero per questa conclusione, ma saper leggere la realtà e modificare responsabilmente i propri piani di fronte a situazioni imprevedibili come quelle conseguenti alla pandemia da Covid-19 è segno di quell’attenzione che l’Amministrazione comunale non ha mai fatto mancare in tutti questi anni al movimento sportivo cernuschese per sostenerne nel migliore dei modi la crescita - ha ricordato l’assessore allo Sport, Maria Grazia Vanni - Un’attenzione al mondo sportivo che non viene certo meno in questo momento e anzi, offre comunque risposte ad esigenze impiantistiche attese da tempo, aprendo a nuove progettualità da aggiornare e da costruire insieme per il futuro".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter