Cronaca
Cronaca

Omicidio di Pessano, sommozzatori a caccia di prove nel Molgora

Si cercano elementi che possano tornare utili nelle indagini sulla rissa che mercoledì 29 settembre 2021 è costata la vita a Simone Stucchi, 22enne di Vimercate.

Omicidio di Pessano, sommozzatori a caccia di prove nel Molgora
Cronaca Martesana, 08 Ottobre 2021 ore 13:13

Omicidio di Pessano, continuano le indagini per ricostruire quanto accaduto mercoledì 29 settembre in via della Vigna a Pessano: una rissa tra gruppi di giovani rivali, un vero e proprio regolamento di conti, che è costato la vita a Simone Stucchi, classe 1999 di Vimercate. Oggi, venerdì 8 ottobre 2021, gli inquirenti sono tornati in paese per ulteriori ricerche che stanno coinvolgendo il torrente Molgora, il corso d'acqua che scorre a pochi passi da dove si è verificato l'omicidio.

Sommozzatori nel Molgora: cercano armi e indizi sull'omicidio di Pessano

Mentre nei giorni scorsi i genitori di Simone hanno lanciato un appello per chiedere che non ci siano vendette, proseguono senza sosta le indagini dei Carabinieri per individuare l'autore della coltellata risultata fatale al giovane vimercatese e per ricostruire nel dettaglio lo scontro tra i due gruppi, avvenuto mercoledì 29 settembre nei pressi del parco Giramondo. Oggi l'Autorità giudiziaria ha chiesto ulteriori approfondimenti sul luogo del delitto e nello specifico sul corso del torrente Molgora, che scorre nelle vicinanze e dove potrebbero essere stati gettati armi e altri oggetti utilizzati nel tragico scontro.

Già da questa mattina quindi nel tratto compreso tra il ponte di via Petrarca e quello di via Montegrappa sono al lavoro i Vigili del fuoco. Nello specifico, i sommozzatori si sono immersi nel corso d'acqua alla ricerca di eventuali reperti che possano tornare utili alle indagini, mentre altre due squadre, con il supporto di un operaio del Comune, stanno effettuando verifiche nelle siepi e sulle sponde del torrente. Per favorire questa operazione, lo stesso operario sta tagliando le sterpaglie. Presenti tre mezzi dei Vigili del fuoco e due auto dei Carabinieri, che stanno monitorando la situazione. In mattinata è passato anche il sindaco Alberto Villa.

5 foto Sfoglia la gallery