Rapporti tesi

Il Rocchi bis parte zoppicando: il sindaco tenta la mediazione

Lega e Fratelli d'italia restano distanti a pochi giorni dal primo Consiglio comunale di Cologno Monzese

Il Rocchi bis parte zoppicando: il sindaco tenta la mediazione
Martesana, 05 Ottobre 2020 ore 12:38

Il Rocchi bis parte zoppicando: il sindaco tenta la mediazione. Lega e Fratelli d’italia restano distanti a pochi giorni dal primo Consiglio comunale di Cologno Monzese, convocato per sabato 10 ottobre.

Il neo eletto sindaco Rocchi tenta la mediazione

Il secondo mandato da sindaco di Cologno di Angelo Rocchi è iniziato in salita, con il vicesindaco uscente Gianfranca Tesauro (Fratelli d’Italia) che ha rinunciato alla nomina ad assessore: l’unico in quota FdI del Rocchi bis. Il tutto a poche ore dalla presentazione ufficiale della nuova Giunta avvenuta giovedì. Per Rocchi, il passo indietro di Tesauro è stato “inatteso, spero sia solo momentaneo e che la sua risposta ritorni a essere affermativa così come lo è stata fino alla sera prima della conferenza stampa di presentazione della Giunta”, ha spiegato. Presentazione alla quale Tesauro era assente. Poi l’apertura a Fratelli d’Italia: con l’entrata in Giunta di Tesauro, come prima dei non eletti di FdI entrerebbe l’assessore uscente Chiara Cariglia, per la quale Rocchi auspica l’elezione a presidente del Consiglio comunale.

Prima Giunta e primo Consiglio

Mercoledì 7 ottobre 2020 si terrà la prima Giunta. Sabato 10 ottobre, invece, alle 10, nel cortile di Villa Casati, sarà la volta della prima seduta del parlamentino, durante la quale si svolgerà anche l’elezione del presidente dell’Assise. Come andrà a finire? “La città ha bisogno di una Giunta e di un Consiglio comunale pienamente operativi – ha dichiarato Rocchi – E’ tempo che la politica lasci spazio alla buona amministrazione, così come è stato per gli ultimi cinque anni, sicuro che la mia coalizione tenga sempre e di più ai contenuti e non alle poltrone. Le cose da fare sono ancora tante e non c’è tempo da perdere per il bene di Cologno e dei suoi cittadini. Spero che il confronto all’interno di Fratelli d’Italia si concluda e che, come anticipato dai dirigenti di partito, si torni presto a lavorare insieme. Questo è ciò che chiedo e che soprattutto ci chiedono i cittadini di Cologno Monzese che con il loro voto ci hanno confermato la fiducia che in nessun modo possiamo tradire”.

Le trattative e gli accordi politici sul tavolo

“Sono molto soddisfatto della mia squadra di governo e quindi della Giunta che ho formato, nel rispetto dei risultati elettorali emersi dalle urne – ha proseguito il sindaco – E’ una Giunta rappresentativa della volontà dei cittadini, fatta con buon senso e in modo equilibrato, che ho composto dopo aver ascoltato le richieste delle singole forze politiche”.

La squadra vede tre assessori assegnati alla Lega che ha eletto sei consiglieri comunali, due assessori assegnati alla lista civica Noi con Rocchi che ha eletto cinque consiglieri e un assessore alla lista civica Cologno nel Cuore che ha eletto un consigliere comunale. C’è poi l’incarico “sospeso” a Tesauro: Fratelli d’Italia porterà in aula tre consiglieri, Tesauro compresa se non dovesse tornare sui suoi passi.

“Le persone che ho nominato hanno ottenuto tutte il numero più elevato delle preferenze tra i candidati della propria lista. Eccezione per il professor Angelo Scalese, persona di mia estrema fiducia, che è stato fautore della lista che porta il mio nome e che ha ottenuto il 17,5% dei consensi degli elettori – ha proseguito Rocchi – La carica di vicesindaco, originariamente destinata a un membro della lista civica Noi con Rocchi visto il grande consenso cittadino ottenuto, è stata assegnata, dopo un ampio confronto e previo assenso di tutte le forze politiche riunite al tavolo di discussione dello scorso 28 settembre, a Dania Perego (Lega, ndr) che ha ottenuto 739 preferenze, il numero più alto in assoluto tra tutti i candidati e che più di tutti si è distinta per sacrificio e risultati ottenuti come assessore nel mio primo mandato. Come ormai tutti sanno, ci sono ancora delle valutazioni all’interno di Fratelli d’Italia per l’individuazione dei nomi che andranno a ricoprire le due posizioni assegnate al partito in base al consenso ottenuto nelle urne elettorali: un assessorato e la presidenza del Consiglio comunale, che è la seconda carica politica del Comune dopo il sindaco”.

L’ex assessore Chiara Cariglia presidente del Consiglio comunale?

“Così come con le altre nomine, al fine di garantire la continuità della squadra che ben ha lavorato negli scorsi cinque anni, auspico che la figura assessorile sia ricoperta da Gianfranca Tesauro, prima degli eletti di Fratelli d’Italia, che gode, come in passato, della mia fiducia e che la presidenza del Consiglio possa essere, per gli stessi motivi, assegnata a Chiara Cariglia, che con la nomina di Tesauro entrerebbe nel parlamentino della città”, ha concluso il primo cittadino.

TORNA ALLA HOME. 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia