Cronaca
Le indagini dei Carabinieri

Aggressioni e rapine, incubo finito: arrestati tre minorenni della baby gang "20061"

Hanno tra i 16 e 17 anni: il nome della banda prende spunto dal Cap di Carugate, paese dove hanno compiuto i pestaggi.

Aggressioni e rapine, incubo finito: arrestati tre minorenni della baby gang "20061"
Cronaca Martesana, 28 Gennaio 2022 ore 07:36

Aggressioni e rapine, incubo finito: arrestati tre minorenni della baby gang "20061". Hanno tra i 16 e 17 anni: il nome della banda prende spunto dal Cap di Carugate, paese dove hanno compiuto i pestaggi. Sono stati fermati dai Carabinieri.

Aggressioni e rapine: arrestati tre minorenni

Nella mattinata di oggi, venerdì 28 gennaio 2022, nei comuni di Carugate e Brugherio, i Carabinieri del Comando provinciale di Milano hanno dato esecuzione a un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip presso il Tribunale per i minorenni del capoluogo lombardo nei confronti di tre minorenni (di cui due in carcere e uno con obbligo di permanenza in casa) ritenuti responsabili a vario titolo di rapine aggravate in concorso, lesioni personali, violenza e minaccia a pubblico ufficiale, danneggiamento e porto di armi od oggetti atti ad offendere.

L’attività investigativa, condotta dalla Stazione dei Carabinieri di Carugate assieme alla Sezione operativa della Compagnia di Pioltello e coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Milano, trae origine da una rapina avvenuta nella serata del 21 ottobre 2021 a Carugate, quando un 33enne, mentre rincasava, era stato avvicinato da tre giovani malviventi che, dopo averlo minacciato e aggredito con pugni al volto, si erano fatti consegnare il telefono cellulare, un paio di cuffie wireless e un computer portatile, per poi dileguarsi.

La lunga scia di episodi ricondotta alla "20061"

Le indagini, eseguite a partire dalla raccolta delle informazioni dei testimoni e delle stesse vittime e sviluppatasi attraverso l’ausilio delle telecamere di videosorveglianza di vari esercizi commerciali, nonché i riconoscimenti fotografici da parte degli aggrediti, suffragati dall’esame dei vari profili social dei responsabili, hanno consentito di individuare un gruppo di giovanissimi (tutti accomunati da un nickname in rete contenente l’identificativo "20061", corrispondente al Cap del comune di Carugate), tra i quali i tre odierni indagati (italiani, di età compresa tra i 16 e i 17 anni) dediti in maniera sistematica alla commissione di reati contro la persona e contro il patrimonio nel territorio comunale carugatese, posti in essere con particolare efferatezza, tanto da destare particolare allarme sociale.

I Carabinieri della Compagnia di Pioltello guidati dal capitano Francesco Berloni sono riusciti a ricostruire il loro coinvolgimento, a vario titolo, tra ottobre e dicembre 2021, in nove distinti eventi delittuosi: tre rapine aggravate, tre violente aggressioni anche nei confronti di una guardia giurata e di un sottufficiale della Guardia di Finanza, due danneggiamenti e infine un episodio di minaccia a pubblico ufficiale quando, fermati da una pattuglia dei Carabinieri, si erano dati alla fuga minacciando i militari.

Seguici sui nostri canali