Politica

Cassano d’Adda, ecco i candidati per le primarie del centrosinistra alle Amministrative

Il vicesindaco uscente Vittorio Caglio (in quota Pd) sfiderà l'ex assessore dei Verdi Natale Ripamonti (in quota Cassano etica ecologista). Si vota domenica 21 marzo, Covid permettendo.

Politica Cassanese, 19 Febbraio 2021 ore 14:11

Saranno il vicesindaco uscente Vittorio Caglio e l’ex senatore dei Verdi Natale Ripamonti a sfidarsi nelle primarie che il centrosinistra ha organizzato per le elezioni Amministrative a Cassano d’Adda, in programma domenica 21 marzo 2021. Chi vince correrà per conquistare lo scranno lasciato dal primo cittadino uscente Roberto Maviglia.

I candidati per le primarie del centrosinistra a Cassano d’Adda si presentano

Per le prossime elezioni comunali il centrosinistra propone due figure di spicco della politica locale che dovranno sfidarsi a colpi di voto nelle primarie, in programma domenica 21 marzo (Covid permettendo). Sono il vicesindaco e assessore alla Cultura uscente Vittorio Caglio, a capo della lista del Partito democratico e Natale Ripamonti, in passato già consigliere comunale e assessore, nonché ex senatore per ben tre legislature in Parlamento. Chi prenderà più voti correrà per il centrosinistra alle prossime elezioni comunali sfidando le altre coalizioni; quella del centrodestra che ha al momento due candidati, il terzo polo formato da tre liste civiche pure e il quarto schieramento, composto da grillini e un’altra lista civica, ancora senza un candidato sindaco. Caglio e Perego sono stati presentati ufficialmente oggi, venerdì 19 febbraio 2021 in una conferenza stampa, che si è svolta in un locale del Centro culturale, alla presenza del primo cittadino uscente Roberto Maviglia.

L’augurio del sindaco uscente

Roberto Maviglia, prima di presentare i due candidati, ha voluto ringraziarli calorosamente per la scelta di aspirare alla poltrona di sindaco, definita coraggiosa e responsabile,  vista anche l’attuale emergenza pandemica.

Caglio e Ripamonti sono due figure di spicco della politica cassanese. Hanno entrambi grande esperienza e sono sicuro che faranno bene in Consiglio. Mi sento quindi in buone mani. Mi auguro che chiunque sarà il mio successore sia il “sindaco della ripartenza” e possa governare la città con l’emergenza pandemica alle spalle.

3 foto Sfoglia la gallery

Cosa farebbero nei primi cento giorni di mandato?

Immancabile la domanda rivolta ai due sfidanti sulle prime mosse da attuare in Municipio, se risultassero vincitori alla fine della tornata elettorale. Da parte sua Caglio ha puntato sul rilancio del turismo e dell’urbanistica, in particolare una volta completati i lavori per il secondo tratto della tangenziale, al fine di spostare progressivamente il traffico fuori dal centro storico e avviare una serie di grandi e piccoli progetti che proprio in questi mesi stanno germogliando. Sull’aspetto viabilistico, ambientale e turistico ha puntato molto anche Ripamonti,  il quale si è auspicato che al completamento della tangenziale dovrà seguire  la riqualificazione del vecchio scalo ferroviario. Ha poi aggiunto che punterà fin da subito a creare un assessorato per i Giovani e a inserire quante più figure femminili nella sua squadra di Governo e pure a far ripartire la macchina amministrativa.

Il servizio completo sulla Gazzetta dell’Adda in edicola e in versione sfogliabile web per pc, smartphone e tablet da sabato 20 febbraio 2021. 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli