Politica
Politica

Cassano d'Adda al ballottaggio, le ultime mosse prima del voto

La lista civica Noi per Cassano appoggerà ufficialmente Fabio Colombo, mentre il circolo di Rifondazione cittadino invita a votare per Vittorio Caglio.

Cassano d'Adda al ballottaggio, le ultime mosse prima del voto
Politica Cassanese, 13 Ottobre 2021 ore 12:50

Il ballottaggio, in programma domenica 17 e lunedì 18 ottobre 2021 a Cassano d'Adda si avvicina inesorabile. In questi giorni si stanno decidendo le ultime mosse in vista della votazione finale che deciderà il nuovo sindaco della città.

Una situazione incerta

Fabio Colombo, candidato sindaco del centrodestra, al primo turno si è aggiudicato un vantaggio di soli quattro lunghezze rispetto a Vittorio Caglio, leader del centrosinistra chiudendo di fatto con un pareggio, dove ad andare bene sono state le liste della Lega e del Pd. Entrambi i leader nei giorni scorsi avevano fatto delle proposte "indecenti" (nel senso che avrebbero poi stravolto gli equilibri delle future maggioranze e delle future Giunte, creando non pochi mal di pancia alle iniziali coalizioni) a Marco Galbusera, leader del Terzo polo. Il primo a muoversi era stato Caglio, concedendo due assessorati e la presidenza del Consiglio, ma l'offerta è stata subito rispedita al mittente. A quel punto si è fatto avanti Colombo offrendo in dono un assessore e la presidenza del Consiglio. C'è stato anche un rilancio per pareggiare l'offerta di Caglio da parte del Terzo polo; sembravano esserci in quel momento le possibilità di un accordo che avrebbe dovuto essere formalizzato nella serata di venerdì  8 ottobre 2021, ma che poi è naufragato.

Galbusera lascia campo aperto

E' stato proprio Galbusera a respingere l'offerta di Colombo. Nei giorni seguenti ha comunicato la sua decisione sui social.

"Tra una settimana i cassanesi saranno chiamati a eleggere il nuovo sindaco. E' innanzitutto fondamentale non disertare le urne. Il voto è un diritto importantissimo: non è concepibile rinunciare a partecipare alle scelte fondamentali della propria comunità. Coerentemente con lo spirito che lo ha portato a costituirsi e scendere in campo, è condiviso nel Polo civico l'orientamento verso un consapevole cambiamento. Sul futuro primo cittadino. Dopo ampie valutazioni, fatte anche di riflessioni su possibili accordi con le due opposte coalizioni, le tre liste civiche si esprimono tuttavia con indicazioni di voto che risultano differenti e che verranno in seguito esplicitate. Senza esitazione, invece, si concorda e si raccomanda una seria riflessione sul candidato e sul programma che, in una qualche maniera, meglio possano rispondere alle proposte del Polo civico e garantire un sereno futuro della nostra città in una prospettiva di differenza, credibilità, concretezza e buon senso. Si confida nella responsabilità e nella consapevolezza degli elettori; da parte nostra assicuriamo comunque fin d'ora, al prossimo sindaco, una leale collaborazione nel confronto e nel rispetto reciproco"

Noi per Cassano "sposa" Colombo

Noi per Cassano sposa invece il cambiamento e sceglie apertamente Fabio Colombo.

"Il 17 e 18 ottobre si andrà al ballottaggio: la nostra lista, nata per offrire ai cittadini una alternativa alle proposte presenti, ha ottenuto tanti plausi e tanti voti, ma non abbastanza per poterci essere e garantire, assieme alle altre liste della coalizione, la possibilità di governare il cambiamento. E’ doveroso, però, invitare tutti ad andare a votare e a scegliere il prossimo sindaco. Entrambe le coalizioni hanno bussato alla nostra porta offrendoci accordi e proposte: abbiamo ascoltato e riflettuto con grande disponibilità ma, in coerenza con quanto detto e raccontato in tutta la nostra campagna, abbiamo declinato ogni offerta. Non vogliamo però tirarci indietro e nasconderci in un angolino: la nostra è una lista civica fatta di sensibilità e pensieri diversi che costituiscono la nostra forza e ci permettono di guardare la nostra città con la massima libertà, pensando esclusivamente al suo bene. Per questo abbiamo deciso che voteremo e inviteremo i nostri elettori a votare affinché dopo due legislature si possano garantire la discontinuità e l’alternanza, che riteniamo non solo necessarie ma benefiche. Non lo facciamo a cuor leggero, non lo facciamo per le “cadreghe” e non lo facciamo pensando sia tutto perfetto, ma mantenendo un pensiero critico sulla classe dirigente e sul programma del centrodestra locale. Non abbiamo paura del passato e crediamo che Fabio Colombo sia una persona onesta e leale. Noi saremo in consiglio comunale garantendo una opposizione corretta e civile che guardi ai fatti e non alle ideologie. Daremo voce alla nostra lista che continuerà il suo percorso di crescita per garantire nuove idee e diventare un punto di riferimento per i cittadini cassanesi"

Il circolo di Rifondazione invita a votare Vittorio Caglio

A schierarsi, ma in questo caso a favore di Vittorio Caglio, è invece il locale Circolo di Rifondazione comunista con un comunicato firmato di suo pugno dal segretario Enzo Fagnani.

"Domenica 17 e lunedì 18 ottobre, in occasione del ballottaggio per l'elezione del sindaco di Cassano d'Adda, il Circolo di Rifondazione Comunista invita a votare per il candidato del centro sinistra Vittorio Caglio. Di fronte al rischio della vittoria di una destra di tal fatta non vi possono essere tentennamenti. Le ragioni che ci hanno portato a non presentarci alle elezioni amministrative passano in secondo piano rispetto al pericolo di un arretramento legato al ritorno in amministrazione di una destra che pessima prova di sé ha dato in passato a Cassano e sta dando oggi in tutto il Paese. Pertanto domenica 17 e lunedì 18 ottobre vi invitiamo a partecipare in massa alle elezioni e a votare Vittorio Caglio"

Anche l'ex assessore Angelo Colombo fa il suo endorsement

Come era prevedibile, visti i rapporti non proprio idilliaci coi suoi ex alleati e membri della Giunta uscente, l'ex assessore Angelo Colombo, capolista di Cittadini di Cassano Colombo (una delle due che appoggiava Ugo Sarao, il quarto candidato sindaco rimasto fermo al palo per non aver raggiunto la soglia di sbarramento del 3% necessaria per entrare in Aula) ha deciso di fare il suo endorsement in favore di Fabio Colombo, e ha iniziato pure nei giorni scorsi a distribuire i suoi volantini.