Evento

Tradizione e cultura: ecco Trecella 2025

Ogni quarto di secolo nella frazione di Pozzuolo si celebra il dono delle spoglie mortali di Sant'Innocenzo avvenuto nel 1875.

Tradizione e cultura: ecco Trecella 2025
Cultura Cassanese, 10 Febbraio 2021 ore 07:26

Il 2025 non è così lontano. E Trecella   ha iniziato il lungo percorso che porterà alle celebrazioni in onore di Sant'Innocenzo.

Trecella 2025: si parte

Nei giorni scorsi si è ufficialmente costituito il comitato Trecella 2025, che si occuperà di organizzare gli eventi per celebrare Sant'Innocenzo. Si tratta di un appuntamento che si ripete ogni quarto di secolo e che affonda le sue radici nel 1875 quando una famiglia benestante donò alla parrocchia di Trecella le spoglie di Sant'Innocenzo. Da allora nella frazione, ogni venticinque anni, si celebra quell'evento con una festa nella stesso periodo della Sagra del paese, a settembre. La frazione viene divisa in rioni che si sfidano nella costruzione di una "porta trionfale".

"Eravamo bambini l'ultima volta"

Il neonato comitato non dovrà soltanto pensare all'organizzazione, ma anche a reperire i fondi. La festa infatti si autofinanzia attraverso eventi negli anni che precedono l'appuntamento.

La speranza è che la pandemia allenti la sua morsa e ci permetta di tornare a organizzare momenti di condivisione. L'ultima volta, nel 2000, eravamo bambini e non abbiamo vissuto l'evento in prima persona, ora invece tocca a noi.

Al momento non sono quindi programmati appuntamenti, nell'attesa che la situazione sanitaria consenta almeno un parziale ritorno alla normalità

"Serve l'aiuto di tutti"

Il comitato non è un gruppo chiuso, ma è anzi alla ricerca del supporto dell'intera comunità. I ragazzi che lo compongono hanno attivato la mail trecelladuemilaventicinque@gmail.com per ogni informazioni o per le richieste di collaborazione. "Noi abbiamo soltanto dato il via - hanno specificato - Vogliamo allargarci il più possibile. Si tratta di una tradizione importante e visto che si celebra ogni venticinque anni c'è bisogno di tenerla viva e raccontarla ai più giovani e a chi non è originario di Trecella, ma si è trasferito da poco".

Il servizio completo sulla Gazzetta dell'Adda in edicola e in versione sfogliabile web per pc, smartphone e tablet da sabato 6 febbraio 2021.