partita la fase 1 bis

Vaccino Covid agli over 80: in un giorno centomila richieste evase e migliaia di persone in attesa.

In tanti, nel primo giorno di attivazione delle prenotazione, si sono riversati sul sito.

Vaccino Covid agli over 80: in un giorno centomila richieste evase e migliaia di persone in attesa.
Cronaca 15 Febbraio 2021 ore 15:15

Vaccino Covid agli over 80, partito il click day: alle 14 di oggi, lunedì 15 febbraio 2021, c'erano già oltre 100mila persone in attesa. Ma alla fine della giornata oltre centomila sono state le persone che sono riuscire a vedere evase le proprie richieste.

Vaccino Covid agli over 80, partito il click day

E’ partita alle 13 di oggi, 15 febbraio 2021, la campagna di prenotazione per il vaccino contro il coronavirus per gli over 80, i primi dopo i sanitari ad essere vaccinati. Le somministrazioni prenderanno il via il 18 febbraio ma oggi c’è già attesa per chi intende prenotare la propria dose di vaccino. Sul sito vaccinazionicovid.servizirl.it che Regione Lombardia ha messo a disposizione per la registrazione online infatti poco dopo le 14 sono oltre 100mila le persone in attesa e il portale riferisce che ci vorrà sicuramente più di un’ora per l’ultimo arrivato per potersi registrare.  In seguito all’adesione il cittadino riceverà, telefonicamente o tramite sms, l’appuntamento per la somministrazione.

Non mancano le polemiche

“A partire dal 18 febbraio saranno 726mila gli ultra ottantenni lombardi che potranno essere vaccinati. E’ uno scandalo che Regione Lombardia non abbia ancora attivato un call center per raccogliere e gestire le prenotazioni. I cittadini sono costretti a seguire una procedura complicata e a collegarsi a internet con il computer. L’assessore Moratti dovrebbe mettere a disposizione degli strumenti più funzionali per le persone di questa fascia d’età. Bisogna assolutamente semplificare le modalità di prenotazione dei vaccini e non complicarle” dichiara Raffaele Erba, consigliere regionale del MoVimento 5 Stelle.

"Dodicimila adesioni in due ore"

Regione Lombardia in una nota ha fatto sapere che alle 15.15 di oggi, lunedì 15 febbraio 2021, dopo poco più di due ore dall'avvio del servizio, erano già state oltre dodicimila (12.095 per l'esattezza) le adesioni raccolte sul portale Internet dedicato per le vaccinazioni anti-Covid degli ultra ottantenni. Di queste 1.488 sono state effettuate tramite le farmacie e 88 dai medici di base: 114.000 sono gli utenti in coda.

"Al momento si sta rilevando qualche rallentamento nella generazione da parte del gestore telefonico dell'Sms necessario alla validazione del numero di cellulare inserito - hanno spiegato dal Pirellone - Nell'attesa la sessione potrebbe scadere richiedendo un nuovo accesso. Regione Lombardia ha già provveduto a contattare il gestore telefonico affinché la problematica venga risolta al più presto".

L'adesione può essere espressa senza fretta anche nei prossimi giorni: l'ordine di registrazione sulla piattaforma non corrisponderà all'ordine in cui si verrà vaccinati. La priorità sarà data ai cittadini ultracentenari, che in Lombardia solo oltre quattromila: a scalare sarà il turno degli ultra novantenni fino ad arrivare ai nati nel 1941.

Centomila al primo giorno

In serata poi è arrivato il primo bilancio del governatore Attilio Fontana:

 "La piattaforma per la raccolta delle adesioni alle vaccinazioni anti-Covid in Lombardia, avviata alle ore 13 per gli over 80, ha già raggiunto quota 100.000, nonostante stia gestendo numeri mai registrati in precedenza: oltre 100.000 utenti in contemporanea.  Sono stati risolti  anche i disagi segnalati nel primo pomeriggio in relazione ai ritardi nella generazione da parte del gestore telefonico dell'Sms necessario alla validazione del numero di cellulare inserito. I flussi sono comunque sempre stati garantiti e il sistema non si è mail bloccato. Ricordo che l'adesione può essere espressa senza fretta anche nei prossimi giorni e che l'ordine di registrazione sulla piattaforma non corrisponderà all'ordine in cui si verrà vaccinati. I primi ad essere vaccinati  - saranno gli ultracentenari, a seguire gli ultranovantenni e a scalare tutti gli altri cittadini fino ai nati nel 1941. Ottima anche la performance del nostro call center che in 6 ore ha già gestito circa 40.000 chiamate.