Cronaca
L'indagine

Truffa sul Reddito di cittadinanza: stranieri mentivano sulla residenza per incassare il sussidio

Ci sono anche degli extracomunitari con casa a Brugherio tra i "furbetti" scovati dai Carabinieri di Monza.

Truffa sul Reddito di cittadinanza: stranieri mentivano sulla residenza per incassare il sussidio
Cronaca Brugherio, 25 Novembre 2021 ore 12:31

Truffa sul Reddito di cittadinanza: stranieri mentivano sulla residenza per incassare il sussidio. Ci sono anche degli extracomunitari con casa a Brugherio tra i "furbetti" scovati dai Carabinieri di Monza.

Truffa sul Reddito di cittadinanza: "furbetti" anche a Brugherio

Hanno mentito sulla lunghezza della loro permanenza in Italia con lo scopo di incassare la misura di sostegno. Per ottenerla, infatti, è necessaria la residenza nel nostro Paese da almeno 10 anni. Loro, invece, ci vivono da una manciata di mesi. Ci sono anche dei cittadini stranieri residenti a Brugherio tra gli indagati nell’ambito di un’inchiesta dei Carabinieri di Monza, avviata a settembre e che ha acceso i riflettori su circa trecento percettori del Reddito di cittadinanza. E' emerso che trenta non ne avevano alcun diritto.

Una truffa da 200mila euro ai danni dello Stato

I militari hanno accertato un truffa ai danni dello Stato per circa 200mila euro. Hanno svolto accertamenti patrimoniali sui redditi dei percettori e dei loro nuclei familiari, oltre ad approfondimenti su altri requisiti richiesti per il sussidio, tra i quali la durata della residenza. Ed è questo il caso degli stranieri "pizzicati" Brugherio: si tratta di un paio di beneficiari. Ma nel capoluogo brianzolo (come racconta Prima Monza) sono stati scovati anche percettori sulla carta nullatenenti (o quasi), ma che invece nei box custodivano auto di lusso.

I casi alla ribalta delle cronache locali

Alle indagini a tappeto delle Forze dell'ordine (come quella condotta dai Carabinieri di Monza) si aggiungono poi i casi singoli che emergono in occasione di operazioni che hanno tutt'altro obiettivo. Nel recente passato su Primalamartesana.it avevamo parlato di un maxi spacciatore sorpreso con un grosso quantitativo di droga. E l'arrestato, che risultava disoccupato, era un percettore del Reddito. Misura di sostegno che a seguito del fermo ha naturalmente perso.