Colpi proibiti

Striscioni rubati, è “guerra” tra due società sportive

Due furti in meno di una settimana allo stadio di Inzago gestito dalla Virtus, che ha denunciato l’accaduto affermando di sapere chi sono i colpevoli.

Striscioni rubati, è “guerra” tra due società sportive
Cassanese, 24 Ottobre 2020 ore 14:13

Striscioni rubati. Il presidente dell’As: “Se davvero hanno le prove di chi è stato  me le portino, altrimenti potremmo denunciarli per diffamazione”.

Striscioni rubati allo stadio di Inzago

Il primo furto è avvenuto la scorsa settimana. A distanza di meno di una settimana è sparito un altro striscione appeso allo stadio comunale di Inzago, attualmente gestito dalla Virtus. E la società ha denunciato il fatto sui social e dai Carabinieri. Ma se nel primo caso è stato affermato di sapere chi li ha rubati, facendo riferimento “alla società biancorossa”, nella querela non compaiono indicazioni. Nell’Adda Martesana diverse squadre indossano questi colori, ma a Inzago c’è solo l’As con cui da anni è in essere una forte rivalità. Le uscite sui social non sono andate giù al presidente della società biancorossa Fausto Gorla, che potrebbe anche rivolgersi a un legale per tutelare il buon nome dell’As.

Tutti i dettagli e le dichiarazioni sul numero della Gazzetta dell’Adda in edicola e online da sabato 24 ottobre 2020.

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO.

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia