L'iniziativa

Raccolta firme per un “drive in” per tamponi anche a Cologno Monzese

La richiesta al sindaco: "Attivarsi con Ats per un punto raccolta dei test a prezzi calmierati"

Raccolta firme per un “drive in” per tamponi anche a Cologno Monzese
Martesana, 09 Novembre 2020 ore 10:08

Raccolta firme per un drive in per tamponi anche a Cologno Monzese. La richiesta al sindaco Angelo Rocchi: “Attivarsi con Ats per un punto raccolta dei test a prezzi calmierati”.

Raccolta firme per un drive in per tamponi a Cologno

A poche ore dal suo lancio, la petizione promossa sulla piattaforma online Change.org (la si può trovare qui) ha già preso piede. Obiettivo: allestire un altro punto tamponi Covid nel territorio coperto dalla Asst Nord Milano, dopo quelli aperti negli ospedali Bassini di Cinisello Balsamo e civile di Sesto San Giovanni. “Il Comune di Cologno Monzese si trova ai primi posti a livello regionale per contagi da Coronavirus, con quasi 1.700 contagiati e 124 morti dall’inizio della pandemia – si legge nella petizione, con dati aggiornati al weekend – Il numero dei contagiati residenti a Cologno continua ad aumentare in maniera esponenziale: centinaia sono in questo momento le famiglie chiuse in casa in regime di quarantena”.

“Il sistema regionale è andato in tilt”

Sullo sfondo, hanno spiegato i promotori della petizione, ci sono “i medici di base che si trovano in serie difficoltà, essendo in una situazione di tenuta del sistema sanitario, per quel che concerne la verifica di positività da Covid-19, assolutamente inesistente: non riescono più a prenotare per i loro assistiti tramite Ats – Regione Lombardia i tamponi per il controllo della positività”. Da qui la necessità di rivolgersi a laboratori privati, con costi per un tampone “che oscillano tra 100 e 120 euro: sono moltissime le famiglie colognesi che non riescono a sottoporsi al tampone a un prezzo congruo per un intero nucleo familiare posto in quarantena”. Visto che per il contenimento del virus “è assolutamente prioritario accertare la positività, così da mettere in quarantena le persone positive”, i promotori hanno chiesto al sindaco in qualità di autorità sanitaria locale “di attivarsi con Ats Milano, medici di base colognesi e tutti gli organismi sanitari preposti per aprire sul nostro territorio cittadino un punto di raccolta per tamponi, così come hanno fatto diversi Comuni dell’Hinterland milanese, anche in modalità drive in, a prezzi contenuti, ove non fosse possibile la gratuità dell’intervento a spese dell’Amministrazione comunale”.

Accanto alla petizione è stata presentata anche una mozione

Accanto alla petizione online, le opposizioni in Consiglio comunale hanno presentato anche una mozione. A firmare il documento sono stati tutti i consiglieri di minoranza: Giovanni Cocciro, Loredana Manzi e Roberta Cuono (Pd), Vincenzo Barbarisi (Verdi), Monica Motta (M5s), Loredana Verzino, Alessandra Roman Tomat e Carlo Ronzino (Cologno Solidale e Democratica e Art Lista) e Antonio Velluto (Cologno Libera-coalizione moderata).

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia