Nuova vita per le statue di Villa Ghirlanda Silva

Nuova vita per quattro statue del 1800. A restaurarle tre studentesse della scuola di restauro di Brescia

Nuova vita per le statue di Villa Ghirlanda Silva
Sesto, 23 Maggio 2018 ore 11:30

In attesa della festa di Villa Ghirlanda, in programma il 26 maggio, sono in corso i lavori di restauro delle statue nel parco

Un Restyling per rivelare il passato

Con lo slogan "Riveliamo il passato per dargli un futuro" da due anni è in corso la raccolta fondi e la rivalorizzazione di villa Ghirlanda, la dimora storica e il giardino all'italiana di Cinisello Balsamo.

Ad ottobre erano cominciati i lavori di restauro della facciata per 500mila euro. E ora, in questi giorni, sono partiti gli interventi per il recupero delle statue presenti nel parco.

Le statue

Si tratta di due figure femminili in ceppo rustico, risalenti al XIX secolo, che nel tempo gli agenti atmosferici hanno deteriorato.

 

L'intervento prevede la pulitura con la rimozione del muschio depositato; la stuccatura con malte a base di calce delle piccole parti mancanti e la stesura di un trattamento consolidante. Infine verrà creata una zona di rispetto attorno ad esse per una maggiore valorizzazione.

Ad eseguirlo tre allieve della Scuola di Restauro ENAIP Lombardia di Botticino (Brescia), Elena Crisafulli, Elena Ostoni e Dania Veghini, sotto l'attenta guida del docente Dario Guerini, a seguito di un accordo siglato tra la Scuola e l'Amministrazione comunale, approvato dalla Sopraintendenza delle Belle Arti.

Il restauro riguarda anche altre due sculture in pietra del XVIII secolo collocate al piano nobile (sale ex biblioteca) delle residenza storica, un uomo barbuto e una figura mitologica, che sono state prelevate con una gru meccanica e trasferite presso la scuola di restauro a Botticino per una migliore valutazione degli interventi da realizzare. Verranno restituite entro fine estate.

Il costo complessivo è di 2 mila euro quale contributo alla Scuola per l'acquisto dei materiali, a cui si aggiungono i costi di accoglienza delle studentesse durante la loro permanenza a Cinisello Balsamo.

La spesa è stata sostenuta con una parte dei contributi derivati dalla raccolta fondi con lo strumento dell'Art bonus, attraverso la campagna sempre attiva “Riveliamo il passato per dargli un futuro” (113mila euro raccolti dai cittadini a partire dal 2014).

La festa di Villa Ghirlanda

Per festeggiare i restauri della villa e per farla conoscere sempre di più ai cinisellesi, sabato 26 maggio, per tutto il giorno, ci sarà una festa con spettacoli, laboratori e visite guidate.