la storia

Il premier Conte risponde a Tommaso, il bimbo che aveva chiesto l’autocertificazione per Babbo Natale

"Babbo Natale mi ha garantito che già possiede un’autocertificazione internazionale: può viaggiare dappertutto e distribuire regali a tutti i bambini del mondo"

Il premier Conte risponde a Tommaso, il bimbo che aveva chiesto l’autocertificazione per Babbo Natale
13 Novembre 2020 ore 08:14

Babbo Natale avrà un’autocertificazione per Natale. Giuseppe Conte ha risposto via Facebook al piccolo Tommaso, il bimbo brianzolo che qualche giorno fa aveva chiesto alla mamma di scrivere al Premier per sapere se era possibile fare un’autocertificazione speciale per Babbo Natale che presto dovrà consegnare i doni ai bambini.

Il premier Conte risponde a Tommaso

Il suo appello aveva commosso i cuori di tutti. Tommaso, di Cesano Maderno, a soli 5 anni si era fatto portavoce qualche giorno fa della principale preoccupazione di tutti i bambini. “Ma Babbo Natale, con il lockdown, potrà passare di casa in casa a consegnare i regali o forse meglio chiedere un’autocertificazione speciale?”

La mamma ha pensato al resto. Seguendo il desiderio del piccolo Tommy ha preso il computer e ha messo “nero su bianco” in una email tutte le preoccupazioni del suo bambino. Email inviata direttamente al premier Giuseppe Conte qualche giorno fa.

La risposta

E con grande gioia di Tommaso e di tutti gli altri piccoli, la risposta di Conte è arrivata pochi minuti fa:

“Qualche giorno fa ho ricevuto questa lettera da parte di Tommaso, un bimbo di 5 anni di Cesano Maderno, il quale mi ha rivolto una richiesta molto particolare. Ecco la mia riposta:

Caro Tommaso,
ho letto il tuo messaggio e voglio rassicurarti. Babbo Natale mi ha garantito che già possiede un’autocertificazione internazionale: può viaggiare dappertutto e distribuire regali a tutti i bambini del mondo. Senza nessuna limitazione. Mi ha poi confermato che usa sempre la mascherina e mantiene la giusta distanza per proteggere se stesso e tutte le persone che incontra. L’idea di fargli trovare sotto l’albero, oltre al latte caldo e ai biscotti, anche del liquido igienizzante mi sembra ottima. Una buona strofinata gli permetterà di disinfettare ben bene le mani e di ripartire in piena sicurezza. Sono contento di sapere che tu e i tuoi compagni rispettate con scrupolo tutte le regole, in modo da proteggere anche mamma e papà, i nonni, e le persone più care. Per questo motivo ti annuncio che non sarà necessario precisare nella letterina a Babbo Natale che sei stato bravo: gliel’ho detto io. Gli ho raccontato che quest’anno in Italia è stato un anno molto difficile e tu e tutti i bambini siete stati adorabili. Ho saputo anche che vuoi chiedere a Babbo Natale di mandare via il coronavirus. Non sprecare l’occasione di chiedere un regalo in più. A cacciare via il coronavirus ci riusciremo noi adulti, tutti insieme. Così tu e i tuoi compagni potrete tornare presto a giocare liberi e felici e ad abbracciarvi tutti. Spensierati come sempre.
Un forte abbraccio,
Giuseppe Conte
“Siamo tutti emozionatissimi – ha spiegato mamma Elena. Non ce lo aspettavamo. Ho saputo che il presidente ci teneva molto a rispondere a Tommaso. Quindi direi che questo è davvero il coronamento, il lieto fine di questa inaspettata favola”.

Sono davvero parole emozionanti quelle che il premier ha riservato al piccolo di Cesano Maderno e indirettamente a tutti gli altri bimbi d’Italia.

Tommaso con la sua mamma
Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia