Degrado

Trovano la piattaforma ecologica chiusa e lasciano una discarica davanti ai cancelli, multati

Grazie alle videocamere l'Amministrazione comunale di Grezzago ha erogato una serie di sanzioni ai cittadini che, pur di evitare di tornare indietro, hanno lasciato i loro rifiuti davanti all'ingresso della struttura di piazzale Argentina.

Trovano la piattaforma ecologica chiusa e lasciano una discarica davanti ai cancelli, multati
Cronaca Trezzese, 08 Febbraio 2021 ore 12:23

Il "grande fratello" di Grezzago inchioda i furbetti dell'indifferenziata. Nei giorni scorsi l'Amministrazione comunale ha erogato una serie di multe dopo aver identificato gli utenti che lasciano i rifiuti davanti ai cancelli della piattaforma ecologica.

Discarica abusiva ai cancelli della piattaforma ecologica di Grezzago, multati

L'Amministrazione comunale ha deciso di utilizzare il pugno duro contro una serie di utenti che nei giorni scorsi, trovando la piattaforma ecologica chiusa di piazzale Argentina hanno deciso di lasciare davanti ai suoi cancelli i loro rifiuti. Gli episodi sono avvenuti in più occasioni all'inizio dell'anno.

"Il più emblematico si è verificato il giorno dell'Epifania - ha ricordato il primo cittadino Gilberto Barki, comandante a interim della Polizia Locale - Una donna è scesa dall'auto e pur avendo notato che la piattaforma ecologica fosse chiusa per la Festività non ha esitato a scaricare i rifiuti ingombranti che teneva in auto davanti ai suoi cancelli. E in più, non paga, è tornata a casa per prendere altra spazzatura per poi gettarla ancora una volta davanti ai cancelli".

Ad accorgersi in quel caso della discarica abusiva era stato l'assessore Pierangelo Comelli, il quale aveva poi avvisato il sindaco e i giorni seguenti si era poi svolta la ricerca analizzando i filmati delle videocamere tramite l'impiego dell'agente di Polizia Locale in servizio in Comando. Ma il fenomeno si è ripetuto anche in altri giorni.

"Per fortuna sono arrivate repentine delle segnalazioni in Municipio e quindi abbiamo potuto agire prontamente per punire i responsabili - ha ripreso il primo cittadino - D'altronde se ci sono delle regole bisogna rispettarle. Non mi interessa tanto erogare delle multe, ma utilizzarle  come deterrente, affinché, spero il prima possibile questa brutta abitudine prima o poi venga debellata".

 

4 foto Sfoglia la gallery

 

La mappatura delle videocamere e la sistemazione dell'impianto di videosorveglianza

Proprio nei giorni scorsi l'Amministrazione comunale, su intervento dello stesso primo cittadino, sta facendo un controllo completo dell'intero impianto di sorveglianza cittadino. E' stata convocata una ditta per effettuare una manutenzione regolare, si sono anche attivati i varchi contatarghe posti nelle vie che portano fuori dal paese. Alcuni apparecchi verranno pure spostati e posizionati in punti strategici dove potranno essere più efficaci.  "Negli anni si è speso 80mila euro per migliorare e implementare il servizio, ora bisogna cercare di sfruttarlo al meglio - ha ripreso Barki - In particolar modo per debellare una volta per tutte la brutta abitudine di creare discariche abusive in giro per il paese". Anche in passato l'Amministrazione comunale aveva individuato diversi soggetti intenti a gettare la spazzatura non conforme ai bordi della strada, oppure nei pressi di un cestino pubblico, e anche in quei casi i trasgressori erano stati severamente puniti per il loro comportamento scorretto.