Frecciarossa deragliato, al via la rimozione delle carrozze

I lavori sono iniziati ieri, domenica, con l'ausilio di una maxi gru. Sarà un'operazione delicata: ogni carrozza pesa dalle 50 alle 70 tonnellate.

Frecciarossa deragliato, al via la rimozione delle carrozze
Martesana, 17 Febbraio 2020 ore 08:22

La delicata operazione di rimozione delle carrozze del Frecciarossa deragliato lungo la linea ad alta velocità nel Basso Lodigiano, tra Livraga e Ospedaletto Lodigiano, è ufficialmente iniziata ieri, domenica 16 febbraio 2020.

Frecciarossa deragliato: al via rimozione delle carrozze

Dieci giorni fa, il 6 febbraio, il deragliamento di un convoglio dell’Alta Velocità nel Lodigiano ha causato la morte di due macchinisti e il ferimento di 31 persone. Oggi iniziano le delicate operazioni di rimozione: con l’ausilio di una maxi-gru, già posizionate da giorni, verranno imbracati i detriti accartocciati che ancora si trovano lungo i binari. Si tratta di un’operazione delicata, che prevede tempistiche lunghe. Senza contare la fase preparatoria dei lavori, iniziata nei giorni scorsi.

LEGGI ANCHE:

 Frecciarossa deragliato, la Martesana piange due vittime

I funerali del macchinista di Cologno

Le esequie a Pioltello

Il peso di ogni singola carrozza

Ogni carrozza pesa dalle cinquanta alle settanta tonnellate e in totale saranno sette ad essere rimosse, esclusa la motrice la cui carcassa è ancora a terra lontana dai binari. I manufatti verranno successivamente collocati in un punto della zona, in una sorta di deposito esterno prima di essere destinate in un sito non ancora definito. La zona per i prossimi giorni, diventerà un cantiere a cielo aperto. Rfi discpiegherà decine di uomini che, in un secondo momento, dovranno ripristinare i binari. Contemporaneamente proseguono le indagini. 

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE 

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
ANCI Lombardia