Dolore e commozione

Folla a Melzo per l'ultimo saluto al "guerriero" Christian. "Grazie per l'esempio che ci hai dato"

Le comunità di Melzo e Cernusco hanno voluto dare un ultimo saluto al titolare del ristorante Due spade.

Folla a Melzo per l'ultimo saluto al "guerriero" Christian. "Grazie per l'esempio che ci hai dato"
Cronaca Melzese, 23 Febbraio 2021 ore 12:59

La chiesa di Sant'Alessandro a Melzo non è stata sufficiente per contenere l'affetto e la vicinanza nei confronti della famiglia di Christian Di Bari. Oggi, martedì 23 febbraio 2021, una folla ha voluto dare l'ultimo saluto al melzese titolare del ristorante Due spade di Cernusco sul Naviglio.

Folla a Melzo per l'addio a Christian

I 150 posti della prepositurale non sono stati sufficienti per contenere le persone che volevano stringersi intorno ai familiari di Christian, scomparso pochi giorni fa a 54 anni. Almeno altrettanti erano coloro che hanno aspettato in piazza in attesa che uscisse il feretro per dare l'ultimo saluto a un amico che li ha lasciati troppo presto. Perché come ricordato da don Damiano Selle, ex prete melzese che ha voluto officiare la funzione, "tutti noi abbiamo perso un marito, un fratello, un figlio, un padre, un amico, una persona che porta con sé un pezzo del nostro cuore".

L'ultimo saluto di due comunità

Melzo e Cernusco si sono ritrovate unite in questo momento di dolore. Due comunità che hanno avuto modo di conoscere Christian e sua moglie Marzia, di vedere crescere i loro figli Lorenzo Giovanni, ma soprattutto di guardare con ammirazione il coraggio, la determinazione la voglia di vivere del 54enne. Perché non ha mai smesso di lottare contro la malattia che dopo due anni di battaglie lo ha sconfitto.

Ristoratore, ma non solo

La vita di Christian e della sua famiglia era profondamente legata al "Due spade", il noto ristorante che aveva aperto trent'anni fa nel cuore di Cernusco sul Naviglio. Tantissimi i cernuschesi che hanno voluto essere presenti al funerale, in primis il sindaco Ermanno Zacchetti che ha preso posto nelle prime panche insieme al collega melzese Antonio Fusè. Perché a Melzo, città in cui la famiglia abitava, Christian era conosciuto e apprezzato, così come il resto della sua famiglia. Presenti tantissimi giovani, gli amici dei figli di Di Bari, i compagni con cui sono cresciuti giocando a pallacanestro, gli ex allenatori, gli amici dell'oratorio e della vita di tutti i giorni.

"Hai creato meravigliose relazioni"

Al termine della funzione, prima che il feretro uscisse dalla chiesa, è stato letto un messaggio sentito degli amici di Christian e della sua famiglia

Nessuno vorrebbe dire dopo la lunga battaglia che ha combattuto che è finita. Ci hai lasciato senza parole, avremmo voluto vivere tanti altri momenti al tuo fianco. Il pensiero più profondo va ai tuoi figli e a tua moglie che devono proiettarsi verso il futuro cercando di essere quello che tu sei stato per loro: un grande uomo, un esempio, una persona che non ha avuto paura di affrontare i cambiamenti che la vita ti ha messo davanti. Attraverso la cucina hai creato meravigliose connessioni e ti sei fatto apprezzare ovunque. Eri un grande punto di riferimento per la tua famiglia, ma anche per tutti gli amici. La tua vocazione ti ha fatto vivere la vita assaporando un mondo di colori e sapori e lasciando un segno tangibile del tuo passaggio. Non possiamo che ringraziarti per essere stato un compagno di bellissime avventure e momenti passati insieme. La nostra vita senza quei momenti al tuo fianco non sarebbe stata la stessa.