Cronaca
delitto

Femminicidio di Fara Gera d'Adda, Carlo Fumagalli piantonato in ospedale dopo un tentato suicidio

Al pubblico ministero ha confessato confermando la ricostruzione dei Carabinieri.

Femminicidio di Fara Gera d'Adda, Carlo Fumagalli piantonato in ospedale dopo un tentato suicidio
Cronaca Gera, 23 Aprile 2022 ore 09:43

Ha tentato il suicidio e da quel momento è piantonato in ospedale al San Giovanni XXIII di Bergamo. Carlo Fumagalli, 49 anni di Fara Gera d'Adda, originario di Vaprio d'Adda è in stato di arresto con l'accusa di avere ucciso la compagna Romina Vento, 44 anni, convivente e anch'essa originaria di Vaprio la sera di martedì 19 aprile 2022.

Il delitto di Fara Gera d'Adda

Tutto è cominciato con quello che sembrava un tragico incidente. Attorno alle 21.45, alcuni testimoni hanno visto  un'automobile - una Renault Megane bianca - uscire di strada e finire nel fiume. Siamo in via Reseghetti, l'area dove annualmente si tiene il festival Farà Rock, non distante dalla passerella di Fara.

L'auto, hanno raccontato, era finita nell'Adda - il cui livello idrometrico è molto basso, in questo periodo di siccità estrema - dopo essere uscita dalla carreggiata in corrispondenza di uno spiazzo a destra della strada, all'imbocco del grande parcheggio sterrato che si trova proprio in fondo alla via. Pochi secondi più tardi, gli stessi giovani faresi hanno notato un uomo - Fumagalli, si sarebbe appurato più tardi - nei pressi dell'automobile. Urlava "Mio figlio, mio figlio!" . Poi, l'uomo si è gettato a sua volta nel fiume, in modo apparentemente inspiegabile.  Nel buio e nell'acqua gelida, Fumagalli ha nuotato fino all' "isolotto" che si trova di fronte alla riva, e da lì è risalito sulla terraferma, sparendo poi in mezzo al bosco che ricopre l'isolotto e l'intera area naturalistica dell'Adda.  Di lui, da quel momento, si sono perse tutte le tracce quasi fino all'alba.

L'arresto

La mattina seguente è stato arrestato  e in carcere ha tentato di togliersi la vita. Così è stato disposto il ricovero all'ospedale di Bergamo e qui ha ricevuto la notifica della convalida dell'arresto e ha sostenuto l'interrogatorio di garanzia, durante il quale ha ammesso le proprie responsabilità.

Il servizio completo nell'edizione della Gazzetta dell'Adda in edicola e nell'edizione sfogliabile online per smartphone, tablet e Pc da sabato 23 aprile 2022.

Seguici sui nostri canali