Cronaca
La protesta

Ennesimo blocco alla logistica del Si Cobas: alta tensione, un ferito

Dopo i picchetti avvenuti nei giorni scorsi a Truccazzano, sindacato e lavoratori si sono spostati a Vimodrone.

Ennesimo blocco alla logistica del Si Cobas: alta tensione, un ferito
Cronaca Martesana, 24 Gennaio 2022 ore 09:56

Ennesimo blocco alla logistica del Si Cobas: alta tensione, un ferito. Dopo i picchetti avvenuti nei giorni scorsi a Truccazzano, sindacato e lavoratori si sono spostati a Vimodrone.

Nuovo blocco del Si Cobas

Un'altra manifestazione di protesta da parte del Si Cobas, questa volta a Vimodrone. E sempre per chiedere il reintegro in azienda della quarantina di lavoratori licenziati da Lgd (cooperativa che gestisce la movimentazione della merce per conto di Unes). Il blocco partito nella notte tra ieri, domenica 23 gennaio 2022, e oggi, lunedì 24, è stato sciolto da Polizia e Carabinieri in assetto antisommossa. E si sono vissuti momenti di forte tensione, con urla e slogan quando le Forze dell'ordine, interrotto il blocco, hanno scortato i camion in uscita dal magazzino, per evitare che venissero fermati dai manifestanti.

L'intervento del 118

Attorno alle 8.45 la Centrale operativa dell'Agenzia regionale emergenza urgenza ha inviato in viale delle Industrie un'ambulanza dell'Avis di Cologno Monzese, in codice giallo, per soccorrere un manifestante di 28 anni rimasto a terra.

L'azienda rispedisce al mittente le accuse

Lgd da sempre rispedisce al mittente le accuse, sostenendo che quelli messi in atto dal Si Cobas non siano scioperi, ma azioni illegali. Tanto da aver presentato un esposto in Procura ipotizzando le accuse di violenza privata e blocco stradale. Senza contare la richiesta di risarcimento danni, che da autunno (quando sono iniziati i blocchi) a oggi avrebbero già raggiunto quota due milioni di euro.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter