Cologno Monzese

Coronavirus, negozio vende prodotti non autorizzati: chiuso dalla Polizia Locale

Agente in borghese si finge cliente: giù la saracinesca e scatta anche la multa

Coronavirus, negozio vende prodotti non autorizzati: chiuso dalla Polizia Locale
Martesana, 24 Aprile 2020 ore 19:14

Coronavirus, negozio vende prodotti non autorizzati: chiuso dalla Polizia Locale. Agente in borghese si finge cliente: giù la saracinesca e scatta anche la multa.

Negozio chiuso dalla Polizia Locale

Un levagraffette da ufficio, una bambola, una lente di ingrandimento, un paio di mutande. E ancora calze, penne e righelli. Prodotti che il titolare cinese di un negozio in via Montello, a Cologno Monzese, non avrebbe potuto mettere in vendita, secondo la normativa anti-Covid. Peccato che un agente della Polizia Locale in borghese questa mattina, venerdì 24 aprile 2020, sia riuscito ad acquistarli senza alcun problema, con tanto (consolazione) di scontrini fiscali, diventati prova dell’irregolarità.

3 foto Sfoglia la gallery

Lo “shopping sotto copertura” di un agente

Uno “shopping sotto copertura” che è costato la chiusura forzata dell’attività per cinque giorni. A questo si aggiunge il verbale da 400 euro spiccato sempre oggi dal Comando guidato da Silvano Moioli, che ha provveduto ad apporre i “sigilli” sulla porta d’ingresso dell’esercizio nato all’interno di un ex supermercato. Spetterà ora alla Prefettura di Milano decidere se prolungare o meno il periodo di stop forzato.

Seconda attività chiusa dalla Polizia Locale in epoca Covid

Quello di oggi è stato il secondo esercizio chiuso a Cologno a seguito dei controlli della Polizia Locale per il non rispetto della normativa anti-contagio. Poche settimane fa la stessa sorte era toccata a un bar-panetteria.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia