Cronaca
Udienza

Chiesta la riduzione di pena per l'uomo che aveva cercato di uccidere l'ex compagna

Aveva strangolato, picchiato e accoltellato una giovane di Vaprio d'Adda. Ora la richiesta del difensore potrebbe farlo uscire prima dal carcere.

Chiesta la riduzione di pena per l'uomo che aveva cercato di uccidere l'ex compagna
Cronaca Trezzese, 19 Marzo 2022 ore 11:48

Era stato condannato a undici anni a settembre 2021, ma in Appello l'avvocato dell'aggressore ha chiesto l'applicazione delle attenuanti generiche. Sara De Concilio, la giovane di Vaprio che ha quasi ucciso, è preoccupata per la decisione del giudice.

Vaprio d'Adda, l'aggressore di Sara potrebbe essere libero prima del previsto

L'aveva strangolata, picchiata e accoltellata nel dicembre 2020. L'anno scorso era arrivata la sentenza del Tribunale che condanna l'aggressore a undici anni. Ma il suo difensore ha chiesto una riduzione della pena in Appello. E il pm ha accordato l'applicazione delle attenuanti generiche. Sarà il giudice a dover decidere.

L'avvocato della donna è pronta a battersi

Sara è difesa dall'avvocato di Cassano d'Adda Concetta Sannino, nel Direttivo della Casa delle donne di Treviglio e che recentemente è stata chiamata a fare parte del tavolo antiviolenza di Regione Lombardia.

"Contesterò l’applicazione di questa misura - ha detto il legale cassanese - Come è stato riportato in primo grado, si tratta di una violenza inaudita e non certo di un gesto estemporaneo. Anche il perito del Tribunale aveva valutato le azioni compiute come volontarie, dall’omissione di soccorso a quando aveva lasciato l’abitazione con il figlio piccolo della coppia e aveva incontrato il padre della vittima senza fermarsi".

La vittima: "Non vivrò tranquilla sapendo di poterlo rivedere"

Sara De Concilio sta pensando a ciò che potrà accadere.

"Non si è mai mostrato pentito né ha chiesto scusa - ha commentato - Quando ho saputo della richiesta del suo difensore per fargli avere uno sconto di pena, ho avuto mille pensieri. A breve potrei incontrarlo per strada, come se nulla fosse successo, come se non mi avesse quasi uccisa. Non vivrò tranquilla sapendo di poterlo rivedere a breve".

Il servizio completo nell'edizione della Gazzetta dell'Adda in edicola e nell'edizione sfogliabile online per smartphone, tablet e Pc da sabato 19 marzo 2022. 

Seguici sui nostri canali