Bomba di Pioltello, sconto di pena per i cugini Manno

Concesse le attenuanti a Roberto e Manuel Manno.

Bomba di Pioltello, sconto di pena per i cugini Manno
Martesana, 14 Novembre 2019 ore 17:56

E’ arrivata oggi, giovedì 14 novembre 2019, la sentenza del processo d’appello per la bomba di Pioltello, scoppiata il 10 ottobre 2017. Ed è arrivato uno sconto di pena.

Bomba di Pioltello, sconto di pena per i Manno

La bomba era stata piazzata davanti alla palazzina di via Dante a Limito dove viveva un operaio originario dell’Ecuador che aveva contratto dei debiti con Roberto Manno. Un prestito a tassi elevati che non era riuscito a restituire. E così era scattato l’avvertimento. In primo grado Manno era stato condannato a 9 anni e sei mesi di carcere (già ridotti di un terzo grazie alla richiesta dei rito abbreviato) per   tentata estorsione, estorsione e usura aggravata dal metodo mafioso.  Gli avvocati Mirko Perlino e Ivano Chiesa avevano chiesto le attenuanti generiche, concesse dai giudici della Terza Corte d’Appello di Milano, che hanno ridotto la pena a 7 anni e 6 mesi con il pagamento di una sanzione pecuniaria da 14 mila euro. Pena ridotta anche per il cugino Manuel Manno, accusato di  estorsione e usura aggravate dal metodo mafioso e difeso dagli avvocati Mirko Perlino e Amedeo Rizza. Anche per lui sono state accolte le attenuanti, passando da una pena di 6 anni e 4 mesi in primo grado  a 4 anni e 8 mesi di carcere.

LEGGI ANCHE: Palazzo sventrato da una bomba a Pioltello

Bomba di Limito, condanne per nove persone

Chiesti dieci anni e otto mesi per Roberto Manno

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia