Attualità
Tutti per Sara

Un ultimo grande abbraccio per la piccola Sara

L'annuncio della scomparsa oggi, 1 maggio 2022, è stato dato dal gruppo "Tutti per Sara", che aveva organizzato una raccolta fondi per sostenere la bambina e la famiglia di Cambiago nella loro lotta contro un tumore infantile

Un ultimo grande abbraccio per la piccola Sara
Attualità Martesana, 01 Maggio 2022 ore 09:51

Sara è volata via ad appena 2 anni. A ottobre la bambina aveva iniziato una lunga battaglia contro un male che si stava diffondendo in tutto il corpicino. La sua storia aveva commosso e mobilitato non solo Cambiago: sono stati tanti i cittadini dei Comuni limitrofi che avevano deciso di partecipare alla raccolta fondi che ha permesso ai genitori della piccola di stare vicino alla figlia con qualche pensiero in meno.

Un ultimo grande abbraccio alla piccola Sara

A dare la notizia sui social, oggi domenica 1 maggio 2022, è stato il gruppo Tutti per Sara, lo stesso che nei mesi passati aveva raccolto centinaia di cittadini uniti dal desiderio di sostenere la lotta della bambina.

"Con la tristezza nel cuore, mi tocca comunicarvi che la piccola Sara ci ha lasciati. È volata in cielo, ha smesso di soffrire. Le nostre preghiere ora sono per i suoi cari.
Salmi 147:3 - Egli guarisce i cuori spezzati e fascia le loro ferite. Che Dio porti loro consolazione e gli dia tanta forza.

Solo poche parole, quelle necessarie. Ciascuna, però, esprime tutto l'affetto e la vicinanza che hanno accompagnato Sara e la sua famiglia fino all'ultimo momento.

Una battaglia che durava da ottobre

Tutto è iniziato lo scorso ottobre, quando dopo una serie di analisi i medici hanno dato ai genitori di Sara la notizia che nessuna mamma o papà vorrebbe sentire. Un tumore infantile si era esteso in quasi tutto il corpo della bambina.  Per stare vicino alla famiglia, il padre aveva chiesto e ottenuto la 104. Da una parte è un sollievo, dall’altra questo significava dover sostenere le spese crescenti con uno stipendio più limitato, ridotto al 30%.

Cambiago, però, è scesa in campo al fianco dei genitori con una campagna di beneficenza che ha raccolto in totale più di 6mila euro coi quali coprire le spese necessarie e provvedere alle necessità della famiglia.

Le sue condizioni erano peggiorate

All'inizio della scorsa settimana la piccola Sara era stata trasferita in una casa famiglia dove, oltre a godere di tutte le cure mediche necessarie, i genitori e le sorelline potevano starle vicino. La bambina, stanca dopo tante battaglie, faticava a mangiare: il trattamento a cui era stata sottoposta aveva destabilizzato il suo corpo.

"Sara è volata in cielo, ha smesso di soffrire", questo il messaggio scritto dal gruppo "Tutti per Sara". Ancora una volta, un'intera comunità si stringe intorno ai famigliari nel tentativo di trovare insieme consolazione. Ancora una volta, non ci sono parole. Solo gesti. E dicono molto di più.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter