Attualità
Solidarietà

Ucraina: stop alla raccolta aiuti a Cascina Commenda

L'Amministrazione di Segrate ringrazia quanti sono intervenuti nella raccolta di aiuti umanitari

Ucraina: stop alla raccolta aiuti a Cascina Commenda
Attualità Martesana, 03 Marzo 2022 ore 16:08

Si sono concluse ieri, 2 marzo 2022, le tre giornate dedicate da Segrate alla raccolta di aiuti umanitari per l'Ucraina, dilaniata dalla guerra contro la Russia.

Raccolta di aiuti per l'Ucraina

Segrate aveva dedicato tre giorni alla raccolta di aiuti per il popolo dell'Ucraina. L'iniziativa ha avuto un enorme successo, tanto da stipare il magazzino dove i volontari hanno accumulato i beni di prima necessità in attesa di spedirli verso Kiev.

Abbiamo chiuso oggi la tre giorni di raccolta e il risultato lo vedete nella foto: il magazzino comunale strapieno di scatoloni con indumenti, cibo, acqua, latte, medicinali, pannolini e prodotti per l'igiene personale.

Ha scritto il sindaco di Segrate Paolo Micheli.

La raccolta a Cascina Commenda si ferma

A seguito del grande successo, Cascina Commenda da oggi 3 marzo 2022 non accetta più pacchi di generi alimentari o indumenti. L'iniziativa è terminata e l'Amministrazione ha quindi invitato la cittadinanza a non portare più beni di prima necessità al punto di raccolta.

Il messaggio del sindaco

Grazie di cuore a tutti i cittadini di Segrate e dei comuni limitrofi, a tutti i nostri volontari della Protezione Civile di Segrate e dell'Associazione Nazionale Carabinieri, alle associazioni delle nostre scuole, alla direzione e al personale di Segrate Servizi e di TeAtrio che sono intervenuti in questa raccolta di aiuti umanitari per il popolo ucraino dilaniato dalla guerra. Ieri si sono concluse le 3 giornate di raccolta. Sono stati tanti i gesti di solidarietà e abbiamo raccolto tantissimo. Chiediamo gentilmente di NON portare più niente a Cascina Commenda, se, e si spera di no, c’è ne sarà bisogno, organizzeremo un’altra raccolta.

Ha scritto il primo cittadino di Segrate. Terminata la raccolta aiuti, ora l'Amministrazione si sta preparando ad affrontare le altre emergenze legate all'inasprirsi del conflitto tra Russia e Ucraina. L'obiettivo è riuscire ad accogliere i cittadini in fuga dai bombardamenti. Per questo il Comune si sta coordinando con Prefettura di Milano, Città metropolitana di Milano e il suo Distretto sociale insieme ad associazioni umanitarie e a Caritas Ambrosiana.

Saranno certamente momenti difficili - ha concluso il sindaco - Grazie alla collaborazione di tutte le istituzioni e della nostra splendida comunità, sono certo che non lasceremo indietro nessuno.

 

4 foto Sfoglia la gallery
Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter