Attualità
L'iniziativa

Tredici ragazzi raccontano lo sfruttamento lavorativo con una rivista

Il progetto, promosso da Città metropolitana, ha coinvolto anche una ragazza di Segrate: Bianca Barozzi

Tredici ragazzi raccontano lo sfruttamento lavorativo con una rivista
Attualità Martesana, 04 Ottobre 2022 ore 13:15

Hanno lavorato in estate, creando una redazione temporanea, per pubblicare una rivista che potesse sensibilizzare i giovani su temi difficili come quelli della tratta di esseri umani e dello sfruttamento lavorativo.

Tredici ragazzi raccontano lo sfruttamento lavorativo con una rivista

E’ questa l’iniziativa, promossa da Città metropolitana di Milano con Codici e cheFare, che ha coinvolto 13 ragazzi e ragazze del milanese tra i 18 e i 25 anni, tra cui una giovane di Segrate.

Ieri, 3 ottobre 2022, il progetto è terminato con l’evento finale: la presentazione ufficiale della rivista e la consegna degli attestati di partecipazione.

Foto 1 di 1

Bianca Barozzi con Diana De Marchi e Susanna Galli

Lunedì 3 ottobre la consegna degli attestati

Si chiamano Celeste Zavarise, Cristiano Zanin, Anastasia Virgili, Chiara Vigorelli, Federica Pirola, Matteo Mariotto, Tiziana Ghiuro, Ylenia Rosanna De Luca, Nicodemo Bresciani, Matteo Zoccolo, Giorgio Coletti, Caterina Di Lucchi e Bianca Barozzi (segratese e caporedattrice).

E’ questa la redazione che ha dato vita a “Emersioni”, la rivista che con interviste, ritratti, reportage e persino un glossario per spiegare le parole chiave, ha raccontato le complesse tematiche della tratta di esseri umani e dello sfruttamento lavorativo. I suoi undici componenti, tra i 18 e i 25 anni, sono stati guidati dal giornalista Giuliano Battiston.

Lunedì 3 ottobre 2022, alla presentazione del risultato delle loro fatiche erano presenti i partner Codici e cheFare, che hanno introdotto il progetto, Battiston stesso, Miriam Pasqui, della Direzione Welfare e Salute-Area Diritti e Inclusione del Comune di Milano, Federico Nejrotti, di Ufficio Furore, e Luigi Corvo, ricercatore dell’Università di Milano Bicocca. A fare gli onori di casa, Diana De Marchi, consigliera delegata al Lavoro e Politiche sociali della Città metropolitana di Milano e Susanna Galli, Direzione Politiche del Lavoro e Welfare.

L’iniziativa è la dimostrazione concreta di come le nuove generazioni possano e debbano essere coinvolte anche su tematiche complesse, rese partecipi delle tematiche sociali del territorio e co-attori del cambiamento.

Questo il commento di DeMarchi, consigliera delegata al Lavoro e Politiche sociali. Parole a cui hanno fatto eco quelle di Galli, che ha voluto ringraziare i talentuosi giornalisti in erba.

Abbiamo lavorato sulle parole e sul linguaggio - ha commentato - mi auguro che sia solo l’inizio di un percorso che continuerà nel tempo. Alla Città metropolitana di Milano il merito di dare a tutti noi l’opportunità di sperimentare nuove strade.

Foto 1 di 2

premiazione finale della redazione di Emersione

Foto 2 di 2

La redazione di Emersioni

Seguici sui nostri canali