Attualità
Ambiente

Termovalorizzatore di Trezzo sull'Adda, finalmente la sentenza del Tar

E' arrivato oggi, venerdì 25 febbraio 2022, il pronunciamento del giudice amministrativo sul ricorso di tre società partecipate contro il Comune.

Termovalorizzatore di Trezzo sull'Adda, finalmente la sentenza del Tar
Attualità Trezzese, 25 Febbraio 2022 ore 19:35

Si è fatta attendere ma finalmente è arrivata: è stata emessa oggi, venerdì 25 febbraio 2022, la sentenza del Tar sul ricorso portato avanti da tre società partecipate (Cem Ambiente, Silea Spa e Bea Spa) contro il Comune di Trezzo sulla gestione del termovalorizzatore a partire dall'anno prossimo. Il giudice amministrativo ha dato ragione all'Amministrazione guidata dal sindaco Silvana Centurelli.

Sentenza sull'inceneritore, il Tar dà ragione al Comune

Il Tribunale ha dato ragione al Comune, in quanto "non risulta dimostrato che le informazioni fornite sia in sede di avviso sia con le Faq, nonché acquisibili in occasione dei sopralluoghi sull'impianto siano insufficienti a consentire di formulare una proposta". In altre parole, le accuse delle tre aziende riguardanti la mancanza di documentazione messa a disposizione per la partecipazione del bando e l'aver programmato un tempo troppo breve per la presentazione delle domande sono state ritenute infondate.

La sentenza, attesa per mercoledì, era slittata a giovedì a mezzogiorno, ma alla fine è arrivata soltanto oggi. Immediate le reazioni: a villa Appiani si respira aria di soddisfazione, mentre le tre aziende hanno preferito, per il momento, non rilasciare dichiarazioni.

Il Comune di Trezzo sull'Adda davanti al Tar dopo il ricorso di tre società partecipate

Cem Ambiente, di cui è socio lo stesso Comune di Trezzo, Silea Spa e Brianza Energia Ambiente Spa: sono queste le imprese, insieme ad Ates, l'azienda territoriale energia e servizi (che però non ha sottoscritto il ricorso), che intendevano partecipare al bando per assicurarsi la gestione dell'inceneritore a partire dal 2023.

L'impianto, attualmente gestito da Prima Srl, una project company controllata da Falck renewables Spa, tornerà nelle mani del Comune a settembre 2023 ed entro quella data dovrà essere trovata una nuova società disposta a mantenerlo in funzione anche nei prossimi anni.

Il termine per la presentazione delle istanze era fissato per venerdì 11 febbraio 2022, ma i tre ricorrenti, per una serie di motivazioni tecniche, per ben due volte ne hanno chiesto la proroga che, però, il Comune non ha mai concesso. Di qui il ricorso davanti al giudice amministrativo.

Il sindaco Centurelli: "Resta il rammarico di aver visto tra le ricorrenti una nostra partecipata"

Queste le parole del sindaco di Trezzo sull'Adda Silvana Centurelli:

"La decisione del Tar dimostra che l’Amministrazione sta lavorando bene in un ambito fondamentale per la nostra città. Il cronoprogramma e tutto il procedimento avanza a ritmi serrati e ora ci dobbiamo preparare al meglio per le fasi successive con il meglio che il mercato sarà in grado di offrire. Certo resta il grande rammarico di aver visto tra le ricorrenti le nostre partecipate".

La notizia completa potete trovarla sulla Gazzetta dell'Adda in edicola e in versione online per Pc, Smartphone e tablet a partire da sabato 26 febbraio 2022.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter