Attualità
Cerimonia

Pessano con Bornago commemora i suoi martiri partigiani

Il sindaco Alberto Villa ha letto un testo scritto dalla senatrice Liliana Segre, a cui è stata attribuita la cittadinanza onoraria.

Pessano con Bornago commemora i suoi martiri partigiani
Attualità Martesana, 06 Marzo 2022 ore 12:55

Oggi, domenica 6 marzo 2022, si è tenuta a Pessano con Bornago la commemorazione dei sette martiri partigiani.

Pessano con Bornago ricorda i suoi martiri

Questa mattina, domenica 6 marzo 2022, a Pessano con Bornago si è tenuta la commemorazione per i sette martiri partigiani, giunta alla 77esima edizione.

Cittadini, sezioni Anpi e sindaci di diversi Comuni, e rappresentanti delle autorità si sono trovati davanti al Municipio per poi percorrere le strade del centro fino ad arrivare al cippo in onore dei caduti. Poi il corteo si è diretto in piazza della resistenza dov'era stato esposto un cartellone realizzato dai ragazzi della scuola elementare di Carate Brianza, città che ha dato i natali a tre dei partigiani morti.

Un cartellone significativo

"La crudeltà dell'uomo non riesce a cancellare il desiderio di libertà, giustizia, pace". Questa la scritta sul cartellone insieme a "no alla guerra" e ai nomi dei sette martiri.

Il sindaco Alberto Villa ha letto un testo che la senatrice Liliana Segre ha scritto ai pessanesi, ricordando che le è stata inviata una targa per la cittadinanza onoraria di Pessano con Bornago, recentemente conferita per il suo impegno in merito alla trasmissione di informazioni su guerra e Resistenza.

Liliana Segre è un'attivista, politica e superstite dell'Olocausto. Dal 15 aprile 2021 è presidente della Commissione straordinaria per il contrasto dei fenomeni di intolleranza, razzismo, antisemitismo e istigazione all’odio e alla violenza.

La lettera integrale di Liliana Segre

"Alberto, Mario, Romeo, Angelo, Dante, Claudio, Angelo. Sette partigiani, sette eroi della nostra rinascita nazionale dopo gli anni tragici del regime fascista e della sua sciagurata guerra a fianco di Hitler. Uccisi per rappresaglia dai nazifascisti il 9 marzo 1945, i nostri partigiani non solo ci rappresentano, rappresentano l’Italia migliore, del coraggio, della responsabilità, della dignità nazionale, ma ci ammoniscono ancora oggi, ci ricordano quanto sangue è costata la nostra libertà, la nostra Costituzione, la nostra democrazia. Ma il valore del loro esempio è di piena attualità. Oggi che stiamo faticosamente uscendo da un biennio terribile di pandemia, oggi che una sciagurata guerra di aggressione ai danni del popolo ucraino insanguina di nuovo la nostra Europa. Il loro esempio ci ammonisce a non voltarci dall’altra parte, ad ascoltare l’altro che chiede aiuto, ad assumerci le nostre responsabilità in prima persona. Care cittadine e cari cittadini di Pessano con Bornago, care ragazze e cari ragazzi, spettabili Autorità, nell’ammirazione per il vostro impegno nella conservazione della memoria degli orrori della guerra e per quanto vorrete fare a favore di chi soffre, vi invio i migliori auguri di buona riuscita della cerimonia di commemorazione dei sette Partigiani, un caro saluto".

 

Pessano con Bornago commemora i suoi martiri partigiani
Foto 1 di 11
IMG-20220306-WA0035
Foto 2 di 11
IMG-20220306-WA0036
Foto 3 di 11
IMG-20220306-WA0037
Foto 4 di 11
IMG-20220306-WA0038
Foto 5 di 11
IMG-20220306-WA0028
Foto 6 di 11
IMG-20220306-WA0029
Foto 7 di 11
IMG-20220306-WA0030
Foto 8 di 11
IMG-20220306-WA0031
Foto 9 di 11
IMG-20220306-WA0032
Foto 10 di 11
IMG-20220306-WA0033
Foto 11 di 11
Seguici sui nostri canali