Attualità
Sicurezza sul lavoro

Operaia ferita alla Salumi Beretta, i colleghi scioperano per lei

Ieri, venerdì 18 marzo 2022, un altro picchetto davanti ai cancelli dello stabilimento di Trezzo sull'Adda.

Operaia ferita alla Salumi Beretta, i colleghi scioperano per lei
Attualità Trezzese, 19 Marzo 2022 ore 15:37

Cresce la solidarietà fra gli operai dello stabilimento di Trezzo sull'Adda della Salumi Beretta. Dopo lo sciopero della scorsa settimana, ieri, venerdì 18 marzo 2022, i dipendenti hanno organizzato un nuovo picchetto per chiedere all'azienda maggiori attenzioni per quanto riguarda la sicurezza durante l'orario di lavoro.

Operaia finisce in ospedale, i colleghi scioperano per chiedere maggiore sicurezza

Giovedì una delle operaie coinvolte nello sciopero dell'8 marzo 2022, il primo organizzato nello stabilimento da sole donne, si era ferita  durante l'orario di lavoro.  La donna, una 23enne residente a Fara Gera d'Adda, era stata trasportata in codice giallo in ospedale: aveva riportato un'abrasione sul dorso della mano, che ha scatenato le ire dei colleghi.

Al posto dell'assemblea già programmata e concordata con l'azienda, i lavoratori hanno manifestato il loro dissenso con un picchetto all'ingresso della fabbrica, allontanandosi dalle loro postazioni per circa un'ora. Una trentina le persone coinvolte.

I lavoratori chiedono sistemi di sicurezza in fabbrica e garanzie contrattuali

Lavoratrici e sindacati chiedono da tempo maggiori garanzie e pari opportunità con gli altri operai dello stabilimento, divisi al suo interno tra dipendenti Beretta, quelli con contratto di somministrazione (cioè pagati da un'agenzia per il lavoro), e le lavoratrici della The workers, azienda terza che ha in mano i contratti di una trentina di lavoratrici. Una divisione studiata, secondo il sindacato Slai Cobas, che spingerebbe gli operai alla perenne "concorrenza" a causa delle diversità contrattuali e salariali.

Queste le parole del sindacalista Sergio Caprini:

"L'infortunio si è concluso per fortuna senza gravi conseguenze, ma è un nuovo segnale di allarme che va raccolto, visto che ci vuole poco a farsi molto male - ha attaccato il sindacalista di Slai Cobas - Le mani non ricrescono più..."

La notizia completa potete trovarla sulla Gazzetta dell'Adda in edicola e in versione online per Pc, Smartphone e tablet a partire da sabato 19 marzo 2022.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter