Attualità
Cambio di sede

Il magistrato Gratteri non verrà più a Pioltello e non mancano le polemiche

Secondo l'Amministrazione, l'organizzazione da parte della Rete Antimafie non garantisce la sicurezza del procuratore di Catanzaro. L'evento è stato spostato a Cassina de' Pecchi.

Il magistrato Gratteri non verrà più a Pioltello e non mancano le polemiche
Attualità Martesana, 12 Ottobre 2022 ore 15:30

Un giorno prima dell'evento, il Comune di Pioltello ha annunciato che il magistrato Nicola Gratteri  non sarà più ospite in sala consiliare dell'incontro organizzato dalla Rete Antimafia Martesana che inizialmente avrebbe dovuto avere il patrocinio dell'ente e la concessione della sala.

Niente sala alla Rete Antimafia

Proprio oggi, mercoledì 12 ottobre 2022, l'Amministrazione comunale di Pioltello ha deliberato la revoca della concessione della sala che era stato inizialmente  prevista per l'evento che si sarebbe dovuto tenere domani, giovedì 13 ottobre 2022, proprio nella sala consiliare di piazza dei Popoli. La comunicazione ufficiale da parte dell'ente è arrivata solo dopo l'ora di pranzo, quando è stata inviata una mail a tutti i consiglieri comunali e alle realtà che erano state invitate dall'Amministrazione a prendere parte all'incontro. Il patrocinio è stato mantenuto.

Il magistrato Gratteri si sposta a Cassina

L'incontro in Martesana, però, ci sarà lo stesso. Il magistrato Nicola Gratteri, infatti, sarà ospite della Rete Antimafia Martesana nella cornice del Piccolo Teatro della Martesana di Cassina de' Pecchi, allo stesso orario  (le 14) e sempre su invito  e con obbligo di registrazioni per motivi di sicurezza. Il magistrato, infatti, da tempo vive sotto scorta proprio per via della sua attività di contrasto alle organizzazioni criminali, in particolare contro 'Ndrangheta visto il suo incarico di procuratore capo della Procura di Catanzaro.

Non mancano le polemiche

Ma come mai si è arrivati a questo dietrofront dopo che l'evento era stato presentato la scorsa settimana a Pioltello in occasione del Consiglio comunale, momento in cui all'unanimità si era deciso di assegnare la cittadinanza onoraria a Gratteri. Riconoscimento che sarebbe dovuto essere consegnato ufficialmente proprio domani durante l'incontro in sala consiliare. Ovviamente questo non avverrà più. Almeno non a Pioltello, con la "palla" che è passata all'Amministrazione comunale di Cassina de' Pecchi che, proprio come Pioltello, aveva deciso di concedere la cittadinanza onoraria a Gratteri.

Non mancano le polemiche per questo cambiamento all'ultimo secondo, specialmente perché ancora non sono state comunicate ufficialmente le motivazioni che hanno portato al cambio di rotta.  Nella delibera di revoca della concessione della sala, si legge solamente che la scelta da parte dell'Amministrazione è stata assunta poiché

le modalità di pubblicizzazione e gestione dell’evento, da parte dell’Associazione proponente non consentono margini ampi di sicurezza dei partecipanti ed in particolare del Procuratore Capo di Catanzaro Dott. Nicola Gratteri e la sua scorta.

Il centrodestra chiede chiarimenti

Una nota alla decisione dell'Amministrazione è arrivata anche dal centrodestra che si è detto dispiaciuto per l'annullamento dell'evento, specialmente dopo il voto unanime alla cittadinanza onoraria al magistrato.

Abbiamo accolto con piacere questo conferimento e ci muoveremo nella sede istituzionale per comprendere a fondo i motivi che hanno portato alla cancellazione della conferenza‛. Questo il commento dei rappresentanti del centrodestra di Pioltello.

hanno detto in un comunicato.

 

Seguici sui nostri canali