Attualità
Giudice sportivo

Fumogeni e insulti all'arbitro dai tifosi, multato il Real Carugate

Sanzionata la società di calcio per il comportamento "sopra le righe" di qualche suo supporter.

Fumogeni e insulti all'arbitro dai tifosi, multato il Real Carugate
Attualità Martesana, 29 Ottobre 2022 ore 10:39

Fumogeni e insulti all'arbitro dai tifosi, multato il Real Carugate. Sanzionata la società di calcio per il comportamento sopra le righe di qualche suo supporter.

Tifosi troppo "accesi": multata la società

Un tifo forse fin troppo "acceso". Nel vero senso della parola, in questo caso. A pagare le conseguenze per il comportamento sopra le righe di alcuni suoi supporter presenti sugli spalti è stato il Real Carugate. Alla società presieduta da Domenico Maiolo, infatti, il Giudice sportivo ha comminato una multa da 320 euro.

La partita contro la Nuova Frontiera di Bellinzago

In occasione della partita contro la Nuova Frontiera di Bellinzago Lombardo terminata 1 a 0 per i carugatesi, disputata domenica 23 ottobre 2022 al centro sportivo di via del Ginestrino, dei tifosi della squadra di casa hanno azionato dei fumogeni sia durante il primo tempo sia nella seconda metà del match. Cosa vietata dai regolamenti. Ma a pesare sull’importo della contravvenzione (non piccola, se si tiene conto della Terza categoria) è stato anche il "comportamento gravemente offensivo dei sostenitori nei confronti dell’arbitro e dei giocatori della squadra avversaria", si legge nel provvedimento disciplinare pubblicato giovedì.

Per una rissa che invece era scoppiata sugli spalti tra genitori-tifosi, settimana scorsa il Giudice sportivo aveva optato per una multa di "soli" 100 euro. 

"Non vogliamo 'riempire lo stadio', ma divertirci"

Maiolo era presente a bordo campo.

"Non faremo ricorso, perché ho notato l’atteggiamento di alcuni tifosi - ha spiegato - La nostra è una piccola società recentemente creata, non per 'riempire lo stadio', ma per dare un’opportunità ai ragazzi che vogliono giocare a calcio, con educazione e divertendosi. E i nostri calciatori sono stati correttissimi. Inoltre non facciamo pagare il biglietto d’ingresso e alcuni che si presentano al centro sportivo nemmeno li conosciamo. Staremo più attenti, ma purtroppo la presenza di qualche stupido è la normalità".

Seguici sui nostri canali