Attualità
Emergenza

Fuga dall'Afghanistan il prefetto di Milano chiede di ospitare i profughi. L'Adda Martesana risponde presente

Dei 5mila richiedenti asilo accolti dall'Italia, circa 700 andranno in Lombardia. Di questi 200 saranno suddivisi all'interno della Città metropolitana.

Fuga dall'Afghanistan il prefetto di Milano chiede di ospitare i profughi. L'Adda Martesana risponde presente
Attualità Martesana, 05 Settembre 2021 ore 10:06

Tutto il mondo ha visto le immagini terribili della fuga dall'Afghanistan di migliaia di persone  che cercano la salvezza dal regime talebano. Tra questi ci sono coloro che hanno collaborato con le forze dell'Occidente. L'Adda Martesana non rimarrà sorda di fronte alla loro richiesta d'aiuto.

La fuga dall'Afghanistan sul tavolo del prefetto

Martedì il prefetto di Milano Renato Saccone ha organizzato un incontro con i presidenti e rappresentanti dei Distretti sociali della Città metropolitana. Presenti anche i rappresentanti di Anci e dell'ex Provincia. Sul tavolo la richiesta del ministro dell'Interno Luciana Lamorgese di facilitare l'accoglienza delle 5mila persone afgane già arrivate in Italia attraverso ponti aerei. Si tratta di uomini e donne che prima della presa del potere del regime talebano avevano collaborato con l'Italia lavorando nelle ambasciate, negli uffici amministrativi, ma anche nelle strutture di servizio. A loro è stata concessa ospitalità nel nostro Paese.

Profughi suddivisi in tutte le Regioni

Il ministero dell'Interno ha anche proposto una suddivisione dei profughi tenendo conto delle dimensioni e delle possibilità delle varie Regioni italiane. Di questi 5mila richiedenti asilo, circa 700 spetteranno alla Lombardia. Il 20% alla Città metropolitana.

Per questo motivo il prefetto ha voluto incontrare i rappresentanti dei territori, per chiedere loro di farsi carico delle circa 200 persone prossime ad arrivare nell'ex Provincia di Milano. Saccone ha chiesto che l'ospitalità venga gestita direttamente dalla Prefettura attraverso le istituzioni laiche e religiose, non passando da singoli privati che si propongono per accogliere una famiglia.

L'Adda Martesana ha risposto presente

All'incontro hanno partecipato i rappresentanti dei quattro Distretti sociali che compongono l'area omogenea dell'Adda Martesana: Ermanno Zacchetti (Cernusco - Ambito 4), Ivonne Cosciotti (Pioltello - Ambito 3), Danilo Villa (Trezzo - Ambito 8) e Antonio Fusè (Melzo - Ambito 5). Gli amministratori hanno ascoltato le parole del prefetto e annunciato la piena disponibilità ad accogliere i profughi. Nei prossimi giorni si dovranno tenere gli incontri di ogni singolo Piano di zona per individuare strutture o enti (Caritas e Fondazioni Somaschi per citarne due) in grado di collaborare all'ospitalità.

Che il problema della fuga dall'Afghanistan non sia un fatto lontano dai nostri territori lo testimonia quanto accaduto mercoledì, quando tre adolescenti in fuga dai talebani sono stati soccorsi a Segrate dopo aver viaggiato nascosti nel cassone di un camion.