Attualità
Inclusione

Dietro il bancone... tre farmacisti speciali

Succude a Pozzuolo Martesana, nella frazione Trecella, dove da giovedì 11 maggio 2022, i clienti della farmacia di via della Stella saranno serviti da tre ragazzi disabili

Dietro il bancone... tre farmacisti speciali
Attualità Cassanese, 08 Maggio 2022 ore 11:02

Dopo una pausa di due anni a causa della pandemia, da giovedì 12 maggio 2022, Guido e Luca, due ragazzi disabili, torneranno dietro il bancone di una farmacia, quella di Trecella in via della Stella. L'iniziativa si chiama "Diversamente farmacisti" e continuerà fino alla fine dell'anno.

Inclusione sociale in Farmacia

Nel 2019 Guido e Luca si erano messi alla prova tra gli scaffali della farmacia di Pozzo d'Adda guidati dai loro educatori e dal personale del negozio, con la dottoressa Chiara Brambilla in prima linea. E' lei l'ispiratrice del progetto, come ha raccontato:

Avevo letto l'articolo di una rivista specializzata in cui si parlava di una farmacia siciliana che aveva ospitato ragazzi con disabilità per una giornata. Ho proposto l’idea ai miei responsabili e ci siamo attivati subito

Un progetto di questo tipo richiede non pochi preparativi. Brambilla e i suoi colleghi hanno informato Ats per assicurarsi di applicare tutte le norme richieste dalla legislazione farmaceutica. Ad esempio, i camici indossati dai ragazzi devono essere diversi da quelli indossati dal resto del personale.

L'associazione Archè

"Diversamente farmacisti" è potuto diventare realtà grazie anche al coinvolgimento dell'associazione Archè di Inzago, impegnata nel migliorare l’inclusione sociale e l’educazione delle persone fragili e svantaggiate, che ha proposto il coinvolgimento di Guido e Luca.

I due ragazzi hanno da subito portato una ventata d'aria nuova in farmacia, ma la loro esperienza è durata soltanto alcuni mesi. L'arrivo del 2020 e dell'epidemia da Covid-19, infatti, ha costretto tutti ad abbandonare il progetto fino a quando la situazione non fosse migliorata.

Diversamente farmacisti a Trecella

Finalmente, a distanza di due anni, Brambilla ha potuto riprendere in mano l'iniziativa anche se con alcune modifiche. Negli ultimi 24 mesi, infatti, la donna è passata a dirigere la farmacia comunale di Trecella. Anche qui, però, la sua proposta è stata accolta con entusiasmo. Pozzuolo, d'altra parte, già in passato aveva lanciato iniziative inclusive, come accaduto a febbraio per la Giornata mondiale delle malattie rare.

Ora dietro il bancone di via della Stella oltre ai due ragazzi questa volta ci sarà anche una new entry: Samantha.

Indosseranno un camice bianco con delle bande colorate, per diversificarlo dai nostri come previsto per legge – ha spiegato Brambilla – Poi, sempre seguiti da un farmacista e dall’educatrice, parleranno con i clienti, li serviranno, daranno il resto e aiuteranno il magazziniere

I tre aspiranti farmacisti serviranno i clienti ogni giovedì per alcune ore, alternandosi ogni settimana fino alla fine dell'anno.  Quanto ai clienti, dopo l'esperienza a Pozzo d'Adda Brambilla è pronta a scommetterci: anche a Trecella sarà un successo.

Il servizio completo nell'edizione della Gazzetta dell'Adda in edicola e nell'edizione sfogliabile online per smartphone, tablet e Pc da sabato 7 maggio 2022.

Seguici sui nostri canali