Attualità
Il caso

Crollo della gru, quasi pronti a entrare in azione i mezzi per rimuoverla

Dopo l'incidente avvenuto a Bussero settimana scorsa, la Procura sta chiedendo nuovi accertamenti, ma si spera di riaprire la linea entro l'inizio delle scuole

Crollo della gru, quasi pronti a entrare in azione i mezzi per rimuoverla
Attualità Martesana, 06 Settembre 2022 ore 13:33

Ormai è quasi tutto pronto per avviare i lavori di ripristino della linea 2 della metropolitana, dopo il crollo della autogru avvenuto mercoledì 31 agosto 2022. L'obiettivo è avere di nuovo la linea ferroviaria utilizzabile già da lunedì, con la ripresa delle scuole.

bussero autogru caduta sulla linea 2
Foto 1 di 6

bussero autogru caduta sulla linea 2

WhatsApp Image 2022-09-06 at 13.24.01 (1)
Foto 2 di 6
WhatsApp Image 2022-09-06 at 13.24.01
Foto 3 di 6
WhatsApp Image 2022-09-06 at 13.24.00 (2)
Foto 4 di 6
WhatsApp Image 2022-09-06 at 13.24.00 (1)
Foto 5 di 6
WhatsApp Image 2022-09-06 at 13.24.00
Foto 6 di 6

Altre gru per il mezzo caduto a Bussero

Sul luogo dell'incidente, ormai dissequestrato, sono arrivate altre due autogru di un'azienda savonese che ha operato anche dopo il crollo del ponte Morandi a Genova. Una è già stata posizionata in piazza De Gasperi e ha agganciato la parte alta del braccio del mezzo caduto. Quest'ultimo è finito contro l'angolo nord della campata del vecchio sovrappasso pedonale, quello per cui era in corso la demolizione.

L'altra gru invece  si trova dalla parte opposta e verrà messa in posizione nelle prossime ore.

Da quanto trapela prima della rimozione totale, la Procura avrebbe richiesto di effettuare una verifica rimettendo i due mezzi che erano impegnanti nel cantiere (solo uno è caduto) nell'esatta posizione in cui si trovavano prima dell'incidente.

Una volta che sarà dato il via libera allo spostamento dell'autogru occorrerà procedere al ripristino delle linee aeree della ferrovia. Non ci sono conferme al momento sul fatto che il sovrappasso sarà demolito in questa circostanza, approfittando del blocco della linea.

I disagi

Nel frattempo i pendolari devono sopportare i disagi di prendere la navetta da Gessate e essere lasciati a Cernusco sul Naviglio lungo la Padana. Da lì per raggiungere la stazione della metropolitana devono percorrere 700 metri a piedi per raggiungere la stazione. Questo perché le navette, a differenza di altri bus, non hanno la possibilità di effettuare l'inversione di marcia in via Volta. E poi perché né Villa Fiorita, né Cassina de' Pecchi possono diventare capolinea non essendoci dopo tali fermate scambi che consentano ai convogli di spostarsi sull'altro binario e invertire il senso di marcia.

Cernusco intanto è stretta in una morsa di traffico: a nord dai veicoli che vengono deviati da Carugate a causa della chiusura del ponte sulla Tangenziale Est per lavori di manutenzione e a sud per il sovraccarico di mezzi che transitano sulla Padana, tra navette e auto private di coloro, al posto di utilizzare queste ultime, saltano la diramazione Gobba-Gessate e prendono la metropolitana direttamente a Milano.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter