Menu
Cerca
L'idea

"Con i fondi del Recovery la scuola superiore a Brugherio si può fare"

La Lega, con l'ex sindaco Maurizio Ronchi che posò la prima pietra del cantiere poi "messo in soffitta", ci crede. E pungola l'Amministrazione Troiano.

"Con i fondi del Recovery la scuola superiore a Brugherio si può fare"
Attualità Brugherio, 19 Maggio 2021 ore 07:38

"Con i fondi del Recovery la scuola superiore a Brugherio si può fare". La Lega, con l'ex sindaco Maurizio Ronchi che posò la prima pietra del cantiere poi "messo in soffitta", ci crede. E pungola l'Amministrazione Troiano.

"La scuola superiore a Brugherio? Si può fare"

Certo, bisogna identificare un nuovo terreno dove realizzarla, visto che nell'area di via Aldo Moro dove nel 2009 venne allestito il cantiere il Comune pensa di realizzare i nuovi orti comunali. Tuttavia il Recovery Fund è un'opportunità che non ci si può lasciare scappare. Ne è convinto l'ex sindaco lumbard, che punta a lavorare a stretto contatto con la Provincia di Monza e Brianza, che già da almeno un paio di mesi sta costruendo un dossier con i desiderata (e i progetti) dei Comuni brianzoli.

La storia del plesso: dall'inizio dei lavori al progetto messo in soffitta

Il progetto della scuola superiore di Brugherio risale al 2004, quando la Provincia di Milano (quella di Monza e Brianza sarebbe nata solo cinque anni dopo) iniziò le trattative col Comune per la realizzazione del plesso, che avrebbe dovuto ospitare un liceo psicopedagogico e un istituto tecnico industriale. La posa della prima pietra (con la Provincia brianzola ormai istituita) avvenne nel 2009. Poi più nulla, o quasi. Dopo l’allestimento del cantiere e lo scavo per le fondamenta dell’edificio, la situazione di congelò, fino al blocco definitivo dei lavori nel 2016 deciso dalla Provincia, per carenza di fondi. Due anni dopo, il sindaco Marco Troiano ottenne l’impegno a smantellare il cantiere fantasma. Le ultime tracce sono sparite recentemente, con la rimozione della cabina elettrica di un cantiere che ora, per la Lega, è necessario che venga riallestito.

Il servizio completo sulla Gazzetta della Martesana in edicola e in versione sfogliabile web per Pc, smartphone e tablet da sabato 15 maggio 2021.