Attualità
Lutto

A Cernusco sul Naviglio l'ultimo saluto al giovane Simone Signorini

Il 24enne è stato stroncato da una malattia. Grandissima partecipazione di amici e conoscenti.

A Cernusco sul Naviglio l'ultimo saluto al giovane Simone Signorini
Attualità Martesana, 15 Gennaio 2022 ore 15:12

Lacrime e commozione a Cernusco sul Naviglio questa mattina sabato 15 gennaio 2022 in occasione dei funerali di Simone Signorini, 24 anni, stroncato da un male che non gli ha lasciato scampo.

6 foto Sfoglia la gallery

A Cernusco lacrime per Simone

C'era davvero tanta gente in chiesa e ancor più fuori, soprattutto giovani. Amici, parenti e compagni di calcio di quando calcava i campi, come quello dell'Fc Cernusco dove Simone ha militato a più riprese fino a pochi anni fa. Era presente anche il sindaco Ermanno Zacchetti.

Lo sport era la sua passione e sul feretro era adagiata una sciarpa neroazzurra, come la sua squadra del cuore. Gli stessi colori dei palloncini che gli amici avevano preparato all'esterno della chiesa. Quando la bara è uscita si sono stretti tutti intorno ai familiari, a papà Cristian e mamma Patrizia. Poi li hanno liberati nel cielo, accompagnati da un lungo e commosso applauso, come a voler indicare che i loro cuori continuano a seguire Simone ovunque si trovi ora.

Durante l'omelia funebre il parroco monsignor Luciano Capra ha sottolineato che la vita nella fede, quella dei battezzati, insegna che l'esistenza ha un inizio, ma poi si compie nell'eternità. La morte non è la fine di tutto, ma un passaggio.

"Dov'è Simone? - ha detto - Gesù ci ha ammonito che sarebbe andato a prepararci un posto. Ecco dov'è allora Simone. Dobbiamo chiedere al Signore di aiutare i familiari ad affrontare questo momento doloroso e faticoso. E a noi tutti di vivere ogni giorno intensamente questo dono che Dio ci ha fatto. La partita di Simone è finita. Forse non è un caso che l'ultima cosa che ha visto sia stata proprio la partita di calcio. E' finita qui, ma la sua vita continua nel Signore, come sarà per tutti noi. Questo figlio di Abramo parte per un viaggio che non ha ritorno, ma che non è verso il niente. E' un ritorno a casa: da là si parte, là si torna. Lo accolga il Signore nella pace dei Santi".