Attualità
L'età è solo un numero

A 65 anni la pessanese Stefania Storace è campionessa di nuoto in acque gelide: tra gli 0 e i 4 gradi

Lo scorso fine settimana ha portato a casa sei medaglie, tre ori e tre argento, ma la sua avventura nelle acque gelide non è ancora finita

A 65 anni la pessanese Stefania Storace è campionessa di nuoto in acque gelide: tra gli 0 e i 4 gradi
Attualità Martesana, 22 Gennaio 2023 ore 10:57

Alla fine Stefania Storace  65enne appassionata di "ice swimming", il nuoto in acque gelate, è andata a Samoëns, in Francia, ed è tornata a casa, a Pessano con Bornago, campionessa. Attorno al suo collo tre medaglie d'oro e tre d'argento.

Stefania Storace trionfa ai mondiali: ora è campionessa

Lo scorso fine settimana, per due giorni (da sabato 14 a domenica 15 gennaio 2023) ha nuotato in acque gelide (4 gradi centigradi)  conquistando il podio dei Mondiali di Samoëns in ben sei specialità nella sua categoria (donne over 65). E' un ricco bottino quello attorno al collo di Stefania Storace: si è classificata prima nei 1000 metri a stile libero e nei 50 metri a stile e a farfalla e seconda nei 100, 250 e 500 metri stile libero.

Come lei ci sono altre quattro donne al mondo

La vittoria nei mille metri a stile libero, ottenuta con un tempo di 21minuti e 45 secondi non le ha solo fatto conquistare l'oro ai Mondiali, ma l'ha anche lanciata sulla vetta di un podio speciale: quello delle donne over 65 che sono riuscite a nuotare in acque gelide per un chilometro. Sono cinque in totale, lei è stata la terza più veloce.

Un'esperienza che non può che essere fonte di gioia e di orgoglio, come testimonia la stessa atleta:

Sono felicissima La cosa più difficile però è completare la sfida, non importa arrivare prima o seconda. L’ipotermia provoca una sorta di euforia che non ti fa accorgere di niente. I 1000 metri, in particolare, sono impegnativi. E’ sempre come se fosse la prima volta.Dopo i primi duecento metri ha cominciato a mancarmi il fiato. Poi fino ai settecento metri ho nuotato bene, ma a quel punto ho iniziato ad avere freddo. Cercavo di distrarmi guardando le montagne, pioveva a dirotto. L’ultimo giorno ha nevicato e abbiamo nuotato sotto la bufera.

Non intende fermarsi

Il risultato ottenuto potrebbe segnare la conclusione della sua avventura da gelidista, ma per Storace non è ancora il momento di fermarsi. Per lei lo sport è vita e potersi  mettere alla prova con sfide sempre nuove è una cosa a cui non è ancora pronta a rinunciare.

Il 23 gennaio in Slovenia si terrà il Mondiale di “ice swimming” di un’altra federazione. Sarà in acque libere, più difficile, ma parteciperò. Poi voglio completare il miglio di ghiaccio. Consiste nel nuotare per 1.609 metri in acque con una temperatura inferiore ai 5 gradi centigradi. C'è chi mi dice che dovrei stare attenta e ritirarmi perché ho 65 anni. Io però faccio attività fisica da 18 anni: mi piace provare e vedere fin dove posso arrivare. Perché no? Male che vada non completerò la gara

Il servizio completo nell'edizione della Gazzetta della Martesana in edicola e nell'edizione sfogliabile online per smartphone, tablet e Pc da sabato 21 gennaio 2023.

Seguici sui nostri canali