Guarda il servizio

Mascherine realizzate da volontarie melzesi: pronte le prime 1.300 FOTO e VIDEO

Una trentina di donne hanno deciso di regalare il loro tempo alla comunità confezionando dispositivi di protezione personale.

Video più visti 07 Aprile 2020 ore 10:39

Si sono messe in gioco per la loro comunità e, ognuna nel proprio domicilio, hanno già realizzato le prime 1.300 mascherine.

Mascherine realizzate da volontarie

8 foto Sfoglia la gallery

Sono già 35 le melzesi che hanno dato la loro disponibilità a partecipare alla realizzazione di dispositivi di protezione. Una iniziativa partita da un’idea di Haleh Sadeghi che, grazie ad alcune conoscenze, è riuscita a recuperare oltre tremila metri di stoffa per la creazione di mascherine. Tessuto donato dall’azienda di Settala Atex spa grazie alla mediazione del melzese Paolo Fontana, dipendente dell’azienda. Tra coloro che hanno sposato la causa anche il negozio di tessuti Amabile, che ha regalato l’elastico necessario al confezionamento delle mascherine. Ha contattato un gruppo di amiche e hanno iniziato a confezionare i primi dispositivi, ma grazie al passaparola i volontari sono aumentati sino a raggiungere la formazione attuale.

Consegna e ritiro a domicilio

 

5 foto Sfoglia la gallery

La stoffa viene consegnata a ognuna delle donne coinvolte che, nelle proprie abitazioni, confezionano le mascherine che poi vengono ritirate. In settimana sono state ultimate le prime 1.300 mascherine. Una metà è stata lasciata alle volontarie per distribuirle a familiari, amici e vicini di casa. Il resto sono state ritirate dalla Protezione civile e consegnate al Comune a disposizione degli operatori impegnati nell’affrontare l’emergenza.

Il coinvolgimento del Comune

4 foto Sfoglia la gallery

A fronte della buona volontà e dell’energia di queste donne, il Comune ha deciso di dare un contributo. Così si è procurato altri rotoli di tessuto da mettere a disposizione del gruppo di sarte, ha acquistato gli elastici e recuperato le bustine. Inoltre ha messo a disposizione la palestra di via De Amicis per la lavorazione dei rotoli da 3mila metri l’uno affinché si possano tagliare i pezzi di stoffa da consegnare alle donne.
“Ci tengo a ringraziare questo gruppo di volontarie per quello che stanno facendo per l’intera comunità. Sono la testimonianza della forza e del cuore dei melzesi”, ha sottolineato il sindaco Antonio Fusè.

TORNA ALLA HOME PAGE PER IL RESTO DELLE NOTIZIE. 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli