solidarietà

Dal Rotary Martesana donazione "natalizia" alla Caritas

Buoni acquisto da 25 euro (per un totale di 2000 euro) alle sedi di Cassina, Cernusco, Pioltello e Trezzo.

Dal Rotary Martesana donazione "natalizia" alla Caritas
Eventi Martesana, 24 Dicembre 2020 ore 11:22

Una donazione natalizia dal Rotary della Martesana alle Caritas di Cassina de' Pecchi, Pioltello, Cernusco sul Naviglio e Trezzo.

Donazione del Rotary alla Caritas

L'associazione ha consegnato duemila euro in buoni acquisto da 25 euro alle sedi Caritas. Su iniziativa del Rotary Gruppo Martesana, tramite il presidente Roberto Mannarino  di Cassina e in collaborazione con Caritas, è stato avviato un progetto concreto di solidarietà rivolto a nuclei familiari resi vulnerabili a causa delle conseguenze economiche della pandemia Covid19.

Un aiuto concreto

Il Rotary della Martesana, impegnata in varie occasioni sul territorio per dispensare dispositivi di protezioni alle associazioni di volontariato o ai medici di base, ha messo a disposizione duemila euro per aiutare concretamente chi è in prima linea nell’offrire solidarietà concreta. L'associazione è stata contattata Paola Bassarova della Caritas di Cassina, che ha suggerito di suddividere la quota con le altre sedi
del circondario, segnalando la Caritas di Pioltello come quella che in questo momento assiste il più alto numero di famiglie, a cui è stata destinata la quota maggiore.

La consegna

Alla consegna dei buoni da 25 euro, oltre a Mannarino era presente l’aiutante del governatore dei Rotary dell’area milanese, Fabrizio Marinaro, venuto da Milano per toccare con mano questa drammatica realtà. Hanno incontrato i responsabili della Caritas di Cassina, Cernusco, Pioltello e Trezzo. Il quadro che è  emerso è preoccupante, per la condizione in cui versano numerose famiglie e i loro
figli. Straordinario è il lavoro che svolgono quotidianamente i volontari di queste associazioni, l’impegno, l’organizzazione, la qualità e l’ampiezza dei servizi offerti, il rigore e la discrezione con cui vengono accolte e gestite le famiglie. A tutti i  responsabili della Caritas è stata chiesta una relazione delle condizioni in cui operano e del numero degli assistiti, perché potrebbe aprirsi qualche altro spiraglio per
sostenere chi ha più bisogno.

4 foto Sfoglia la gallery

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE