Eventi
FESTA

A Cassina si respira già la magia del Natale FOTO

In mostra il presepe vivente, poi consegnate le benemerenze a chi si è impegnato per la comunità.

A Cassina si respira già la magia del Natale FOTO
Eventi Martesana, 21 Dicembre 2021 ore 11:30

Domenica di festa a Cassina de' Pecchi con il tradizionale presepe vivente e successivamente la consegna delle benemerenze civiche da parte della prima cittadina Elisa Balconi.

Corteo del presepe vivente per le vie di Cassina

Domenica 20 dicembre 2021, verso le 15.30, si è svolta la tradizionale rappresentazione del presepe vivente, una tradizione giunta ormai alla 23esima edizione. I figuranti, partiti dalla piazza davanti al Municipio, hanno sfilato fino a giungere davanti alla chiesa. Qui è stato allestito un villaggio come quelli dell'epoca a Betlemme, dove è stato messo in scena un racconto. "È un bellissimo appuntamento a cui partecipa l'intera comunità, infatti sono parecchie le associazioni che contribuiscono attivamente alla realizzazione - ha spiegato l'assessore alla Cultura Lucia Marino che già quando era dipendente comunale, insieme all'allora sindaco Giovanni Mele, portò avanti l'idea di mettere in scena un presepe vivente in paese - Siamo giunti alla 23esima edizione, quest'anno tra le novità c'era la partecipazione della Compagnia San Giorgio Drago che ha abbellito ulteriormente il villaggio, vorrei ringraziare tutti i partecipanti in particolare Santiago Bonaldi, Sergio Ghiringhelli, Roberto Fabris, Cesare Canzi, Isa Castelli e Anna Menescardi, quest'ultime si sono occupate dei costumi".

35 foto Sfoglia la gallery

Spazio poi alla consegna delle benemerenze

Davanti a un numeroso pubblico, la sindaca Balconi ha consegnato le classiche benemerenze sottolineando come si sia voluto premiare le persone impegnate concretamente per l'intera comunità, soprattutto nel difficile periodo di pandemia. A ricevere le targhe sono state Alessandro Bellinato, medico che era andato in pensione e poi ha deciso di ritornare a rimboccarsi le maniche vista l'emergenza e la mancanza di colleghi in paese, e la Protezione civile grazie al prezioso operato dei numerosi  volontari a cui è andato anche un singolo attestato di merito.

4 foto Sfoglia la gallery