Tempo libero
salento in martesana

Cernusco sul Naviglio tira un bilancio delle Notti della taranta: un successo strepitoso

Tanti concerti di altissima qualità. Pienone sabato sera con l'Orchestra popolare di Melpignano e Franco Mussida. Migliaia di persone presenti tutte le sere

Cernusco sul Naviglio tira un bilancio delle Notti della taranta: un successo strepitoso
Martesana Pubblicazione:

Migliaia di persone, musica di alta qualità, sapori e profumi di una terra magica sotto casa. A Cernusco sul Naviglio si tirano le somme delle tre Notti della taranta organizzate dalla Pro Loco da venerdì 9 a domenica 11 giugno 2023.

Il Salento in Martesana

Hanno avuto uno strepitoso successo “Le Notti della Taranta” che hanno trasformato il Parco Trabattoni in un grande villaggio pugliese, con street-food e luminarie tipiche e gazebo a forma di trulli.

La rassegna è stata organizzata dalla Pro Loco in collaborazione con il Comune, mentre il Gruppo Netweek, che edita la Gazzetta della Martesana, era media partner. La Regione Puglia ha concesso il patrocinio non oneroso.

Musica di qualità

Si è trattato di un evento di assoluta qualità anche a livello musicale: sul palco sono saliti gli “Ascanti”, gruppo di pizziche e canti del basso Salento ,“La Paranza del Geco”, gruppo di folk music dal Sud Italia, i “Briganti”, gruppo milanese di musica e balli dal sud, il Cpm Music Institute di Milano (la scuola fondata dall'ex chitarrista della Pfm Franco Mussida, che abita in città) e, direttamente dal Salento, l’Orchestra popolare La Notte della Taranta, che si è esibita sabato con trenta tra musicisti e ballerini e la partecipazione straordinaria dello stesso Mussida.

Tantissimo si sono lanciati nei balli sfrenati del Sud Italia, molti dopo aver seguito il Pizzica Lab organizzato dalla Pro Loco nelle settimane precedenti l'evento (vi si erano iscritte oltre duecento persone). E soprattutto gli eventi hanno coinvolto anche la città, con balli e canti che sabato pomeriggio hanno riguardato anche il centro storico.

"Abbiamo alzato l'asticella"

Grande soddisfazione per il presidente della Pro Loco Silvano Ambrosoni che ha fortemente sognato e voluto un simile evento:

Per tre giorni Cernusco è diventata Capitale mondiale della Musica Popolare. È nato tutto da un sogno, proseguito con la grande determinazione di portare in città, direttamente dal Salento, l’Orchestra Popolare La Notte della Taranta, che rappresenta non solo la Puglia ma l’Italia e le sue tradizioni in tutto il mondo. Grazie per il successo e l’accoglienza che i cittadini hanno dato a questo evento, ha superato di gran lunga le aspettative, e grazie all’Amministrazione per averci creduto.

Gli ha fatto eco il sindaco Ermanno Zacchetti

E' stato un fine settimana esplosivo. E' stato significativo che la più grande esplosione di spensieratezza collettiva degli ultimi anni nella nostra città sia stata proprio lì, al Parco Trabattoni, dove venti anni fa si celebrava la festa dei popoli e dove, solo due anni fa, realizzavamo una delle imprese più grandi della nostra storia comunitaria, la vaccinazione di oltre 150mila persone, passaggio fondamentale di rinascita e ripartenza da un periodo buio.

Un successo che dimostra come quella zona della nostra città sia un luogo di cui riappropriarsi e di cui scoprire sempre più le potenzialità, con la forza di proposte di qualità, diffuse e inclusive.

A livello di qualità degli eventi in città, abbiamo alzato l'asticella

L'ordinanza "restrittiva" e la sicurezza

La grandissima affluenza di pubblico, forse anche sopra le attese, ha fatto registrare anche qualche inevitabile critica. Molti si sono lamentati del divieto di accedere all’area con specifiche tipologie di oggetti o dell’obbligo di introdurre animali con guinzaglio e museruola.

Comune e organizzatori hanno spiegato che queste disposizioni sono state adottate con ordinanza sindacale sulla base del Piano della sicurezza predisposto dagli organizzatori, in accordo con le autorità preposte, le Forze dell’Ordine ed il Comune.

Per il tempo di svolgimento della manifestazione, infatti, lo spazio pubblico del parco è diventato un’area concerto delimitata, con tutte le conseguenti regole da prevedere in virtù dell’afflusso stimato: disposizioni di “safety and security” particolarmente restrittive, soprattutto dopo i tragici fatti del 2017 a Torino, quando alcuni malintenzionati scatenarono il panico durante un evento in piazza utilizzando spray urticante, con la morte di tre persone ed il ferimento di altre 1600.

WhatsApp Image 2023-06-10 at 22.28.43 (1)
Foto 1 di 3
WhatsApp Image 2023-06-10 at 22.28.43
Foto 2 di 3
WhatsApp Image 2023-06-10 at 22.28.38
Foto 3 di 3
Seguici sui nostri canali